BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MANOVRE A DX/ Il "giallo" dell'anti-Renzi che tiene in ansia Berlusconi

Silvio Berlusconi (Infophoto) Silvio Berlusconi (Infophoto)

Penso a una delle due figlie. Non necessariamente Marina, perché anche Barbara potrebbe affacciarsi alla politica. Anche in questo caso, però, la leadership non potrebbe avere comunque carattere ereditario, quindi anche una figlia di Berlusconi dovrebbe necessariamente passare per le primarie ed essere legittimata come rappresentante dell’intera coalizione.

 

Anche per mettere a tacere eventuali malumori, a cominciare da Brunetta che a suo tempo aveva espresso molti dubbi sulle “dinastie”.

Non c’è dubbio, anche perché fino ad ora entrambe le figlie di Berlusconi si sono tenute lontanissime dalla politica, quindi non hanno alcuna esperienza.

 

Come vede invece Corrado Passera come ipotetico leader di coalizione?

In linea teorica tutto è possibile, ma in linea pratica non credo che riscuota grandissime simpatie né in alcuni settori di Forza Italia né in alcuni partiti alleati come la Lega Nord. Sinceramente non vedo Passera tra i nomi più probabili, anche se ha volutamente fatto un passo indietro dopo la fine del governo Monti, rimanendo distante da quell’esperienza.

 

Crede che la coalizione potrà allargarsi anche ai popolari ex montiani?

Anche questo è possibile, soprattutto in una logica di Partito Popolare Europeo. E’ però ancora tutto da costruire, come è ancora da costruire il rapporto con Casini, la cui presenza al momento non è ben vista da alcune parti della coalizione di centrodestra. Probabilmente anche in futuro in pochi digerirebbero un eventuale ritorno all’ovile.

 

Senza Berlusconi, quante possibilità avrà un leader di coalizione alle prossime elezioni?

 Sono convinto che Berlusconi, prima di decidere, farà accurati sondaggi d’opinione su quale potrà essere il candidato più forte da opporre a Renzi. Questo peserà molto, ma se dovesse rendersi conto che la persona perfetta dovrà essere presa fuori da Forza Italia, credo che sposerebbe immediatamente quella candidatura. In tutti i casi Berlusconi vuole vincere, non credo voglia solo partecipare.

 

Anche se al momento il confronto sembra impari….

Questo è sicuro, oggi Renzi è senza dubbio in netto vantaggio. Ma da qui a quindici mesi potrebbe accadere qualunque cosa…

 

(Claudio Perlini)

© Riproduzione Riservata.