BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

LEGGE ELETTORALE/ Bruno (Fi): bene il "doppio turno" alla Renzi, a una condizione...

InfophotoInfophoto

Per come si sono messe le cose, e considerando i numeri, nessuno è attualmente in grado di dirlo. In ogni caso, l’esito della votazione cdi darà un’indicazione sul prosieguo del lavori.

 

Cosa accadrà quando la Corte si sarà pronunciata e la legge ancora non sarà stata modificata?

Per modificare la legge secondo le eventuali indicazioni della Corte, potrebbero servire al massimo 15 giorni. Ho dei forti dubbi, in ogni caso, circa il fatto che possa realmente accogliere il ricorso. Mancando il requisito dell’incidentalità, determinerebbe un precedente tale per cui, in futuro, ciascun singolo cittadino potrebbe adire la Consulta, paralizzando così il sistema giudiziario.

 

Dicono, in ogni caso, che a voi di Forza Italia, come anche a Grillo, vi andrebbe bene tenervi il Porcellum.

A dire il vero, il sistema - secondo me - può andare bene a tutti i leader dei partiti: a Renzi, a Grillo, a Maroni, e a Berlusconi stesso. Pur essendo tutti e quattro fuori dal Parlamento, potrebbero in ogni caso indicare i candidati da inserire nelle liste.

 

Il ministro Quagliariello ha fatto sapere che, se il Parlamento non darà alcun segnale prima della pronuncia della Consulta, sarà il governo a prendersi in carico la questione.

Abbiamo invitato il ministro a spiegarci, il 2 dicembre in commissione, che tipo di legge ha in mente il governo. Se l’esecutivo sarà in grado di produrre un testo che raccoglie il consenso della maggioranza delle forze politiche, ben venga. Se, invece, non è condiviso, non rappresenterà altro che l’ennesima proposta.

 

A questo punto, prima delle prossime elezioni, riuscirete o no a riformare la legge prima delle elezioni?

Credo che sia possibile, anzitutto, rimuovere tutte le distonie prodotte dal Porcellum. In tal senso, con la De Monte, c’è piena comunanza d’intenti.

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.