BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ Furio Colombo: ecco la strategia di Renzi per "prendersi" il governo Letta

Enrico Letta (Infophoto)Enrico Letta (Infophoto)

Renzi sa benissimo che concedere o non concedere, da parte del governo, coincide meramente con l’annunciare o il non l’annunciare; basti pensare a come Letta sia stato in grado di accomodare a suo piacimento l’abolizione dell’Imu affermando, a più riprese, che in realtà non è l’abolizione o che, invece, lo è.

 

Quindi, come andrà a finire?

Con le buone maniere che gli sono congeniali, come si addice a una buona famiglia, troverà dignitosamente il modo per far accomodare il visitatore, mettendolo a suo agio per poi, gentilmente, accompagnarlo alla porta. Quando Renzi avanzerà certe pretese, agire, da parte del governo, sarà fuori discussione. Semplicemente, Letta dirà quelle cose che l’opinione pubblica vuole che si dicano.

 

Per esempio?

Il Senato non sarà abolito per realizzare la Camera delle autonomie, non c’è nemmeno da pensarci. Però, si darà l’annuncio dell’istituzione dell’ennesima commissione incaricata di occuparsi della materia.

 

Alla luce di queste considerazioni, il governo dura o no?

E’ più probabile che regga.

 

Resta il fatto che, da qui alle Politiche, ci sono in mezzo le Europee e Renzi, per essere un candidato forte alla presidenza del Consiglio, deve vincerle. Che partita si giocherà in tal senso?

Così come adesso è talmente realista da affrontare argomenti in maniera del tutto decontestualizzata, da segretario del Pd, affronterà le Europee dicendo cose adeguate al momento, ben commentabili e facilmente diffondibili. Di sicuro, terrà conto del fatto che non si trionfa alle Europee rompendo con il proprio governo.

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.