BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

LEGGE ELETTORALE/ Col Mattarellum "corretto" vince Berlusconi, a Renzi serve il doppio turno

Silvio Berlusconi (Infophoto)Silvio Berlusconi (Infophoto)

L’impostazione conserva margini di ambiguità. Mi chiedo, in particolare, cosa dovrebbero votare gli elettori al secondo turno. La scheda, o il nome del candidato? Ora, sappiamo benissimo che finché non si modificherà la Costituzione l’elezione diretta del premier non sarà possibile. Tuttavia, è immaginabile che Renzi stia pensando ad un meccanismo che, in un modo o nell’altro, consenta di indicare il leader (del resto, già adesso il nome del candidato premier viene indicato sulle liste elettorali come il leader della coalizione, anche se questo non ha alcun valor legale, ma rappresenta una semplice prassi).

 

Perché Renzi dovrebbe volere un sistema simile?

Perché sa che la sua capacità di attrazione sull’elettorato non tradizionalmente schierato a sinistra è calata. Tuttavia, un elettore di centrodestra o un grillino difficilmente sarebbe disposto, per poter votare lui, a votare il Pd.  

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.