BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ La "scelta" di Renzi mette insieme Grillo e Berlusconi

Pubblicazione:giovedì 26 dicembre 2013

Matteo Renzi (Infophoto) Matteo Renzi (Infophoto)

C’è di mezzo però l’appuntamento delle elezioni europee, in primavera. La propaganda che assegna all’euro – e non alla decennale idiosincrasia italiana a darsi delle riforme serie e praticabili – tutta la colpa di questo stato di cose si farà sentire e cercherà di mietere consensi. L’obiettivo di Grillo e Berlusconi, speculare, è quello di condannare a una cura dimagrante il Pd e il nuovo centrodestra di Alfano, così da costringere i democratici a un’alleanza anomala e sottomessa con 5 Stelle e il Ncd a ritornare all’ovile nel centrodestra. La prospettiva più ragionevole, di stampo tedesco, ossia quella di portare al vaglio degli elettori i risultati di questa alleanza appare al momento tanto ragionevole quanto – nei fatti – impraticabile.

Ma, come si dice, in politica mai dire mai. Intanto c’è da non escludere che Berlusconi possa prima o poi ricordarsi di essere stato per lunghi anni il premier di questo Paese, rifuggendo dalla svolta populista cui si è consegnato per via dell’offensiva giudiziaria. E poi ci sarà da attendere l’arrivo – speriamo – di questa tanto attesa ripresa. Se così fosse sarebbe necessario ricordarsi di chi, sperando contro ogni speranza, in questi anni delicatissimi, ci ha messo la faccia rimboccandosi le maniche. Con i risultati che la temperie politica consentiva, certo, che infatti sono largamente insoddisfacenti. Ma qual che conta sarà l’esito finale. Se porteremo a casa la pelle sarà pur merito di qualcuno che ci ha creduto. E speriamo davvero che così sarà. L’alternativa, oltre a ingrassare qualche partito che punta sullo scontento se non sullo sfascio, non è davvero molto auspicabile.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.