BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEZIONI 2013/ Telese: Grillo attacca i magistrati per rubare voti a Berlusconi

Pubblicazione:domenica 17 febbraio 2013

Beppe Grillo (InfoPhoto) Beppe Grillo (InfoPhoto)

La campagna elettorale di Beppe Grillo è impregnata di populismo e lui va avanti in questo modo. Ma attenzione, dietro alle sue dichiarazioni, ai suoi comizi, c’è anche una strategia elettorale. In altri termini, si rivolge agli elettori di tutti gli schieramenti politici, cioè ai possibili elettori delle vecchie forze politiche. Quando fece quelle dichiarazioni su “Casa Pound” aveva in mente di dare un messaggio all’area degli ex missini. Adesso, quando attacca la magistratura si rivolge agli ex azzurri, ai delusi dal berlusconismo che non sanno per chi votare.

Come considerare l’episodio degli hacker che attaccano il sito del Tribunale di Milano? Una sorta di protesta contro tutti, una manifestazione di sfiducia verso qualsiasi istituzione?
Non ho gli elementi per dare un giudizio esatto su questo episodio. Mi è difficile esprimere un’opinione corretta.

L’impressione potrebbe essere quella di una protesta più forte rispetto a quella che avvenne durante la prima tangentopoli, ora che, si dice, si sta entrando in una seconda “tangentopoli”. Forse c’è più “rabbia” in giro?
Al momento vedo “rabbia” molto virtuale. Durante la prima “tangentopoli”, la gente andava in strada, c’erano le fiaccolate intorno al Tribunale di Milano e altre manifestazioni. Ora mi pare che questo tipo di protesta non si veda in giro.

L’unico che di fatto affronta la piazza, che “invade” le strade e sta a contatto diretto con le persone, è solo Grillo. Per quale ragione, a suo parere?
Ha fatto una scelta che può ripagarlo con un successo. Di fatto, Grillo è uscito dalla “piazza virtuale” e va di persona, con teatralità e abilità, a contatto con le persone. In queste condizioni, non c’è dubbio che questa scelta possa essere utile e possa garantire a Grillo un successo elettorale.

(Gianluigi Da Rold)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.