BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEZIONI 2013/ Fioroni: il centrosinistra di oggi non è l'Ulivo e Vendola non è Bertinotti...

Pubblicazione:

Romano Prodi (InfoPhoto)  Romano Prodi (InfoPhoto)

E’ vero, quello di Prodi è stato un ottimo esempio di buon governo prima che qualcuno lo facesse cadere, e anche Bertinotti sa bene quanto questo sia vero. Ed è altrettanto vero che Vendola non è Bertinotti, perché il primo si è sempre assunto la responsabilità di governare, ha saputo prendere decisioni difficili e tenere insieme coalizioni, anche con il contributo democratico.

 

La differenza tra questa coalizione e quella del passato è quindi solo nelle persone?

Non è solo questo. Quella di oggi è una coalizione, caratterizzata da una forte esperienza di governo, di tre soggetti politici uniti sul piano progettuale e programmatico. In passato i soggetti politici non erano tre, ma diverse decine.

 

Perché oggi non è così?

 Perché oggi abbiamo saputo dire di no. Abbiamo detto no a Ingroia, a Di Pietro, a tutta la sinistra radicale e massimalista, quella che aveva lavorato proprio contro il governo Prodi. E oggi questi nostri “no” sono i talenti veri della credibilità del nuovo governo Bersani. Il nostro appello al voto utile è fatto senza pensare ad alcun baratto o accordo, quindi se Rivoluzione Civile pensa che al Senato un voto a Bersani o un voto a Berlusconi siano la stessa cosa, allora è evidente quanto venga meno il senso di responsabilità rispetto ai bisogni del Paese. Per non parlare poi di Berlusconi.

 

Cosa intende?

Per fare uno straccio di coalizione, Berlusconi ha dovuto regalare le Regioni del Nord alla Lega, andando a comporre un'alleanza frammentata e litigiosa. Basti pensare che lo stesso Berlusconi è addirittura ricorso alla minaccia preventiva, dicendosi pronto a far cadere le giunte nel caso in cui non venisse rispettato alla lettera il programma Pdl. Mi sembra quindi evidente la differenza di questa coalizione di centrosinistra con il passato e con i precedenti governi.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
19/02/2013 - Prodi for President (Vittorio Cionini)

L'intervento a "sorpresa" di Prodi a Milano trova una logica spiegazione nelle imminenti elezioni del Presidente della Repubblica. Certo passava di lì per caso e ha pensato bene di salutare gli amici. Vittorio Cionini