BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BEPPE GRILLO/ Al Qaeda deve bombardare il Parlamento italiano. Napolitano copre il Monte dei Paschi

Parole pesanti oggi da parte di Beppe Grillo durante il suo comizio a Bologna. Ha infatti invitato Al Qaeda a bombardare il Parlamento italiano, attaccando poi Napolitano

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Beppe Grillo questa volta forse ha esagerato. Che non abbia mai perso l'occasione per esagerare è risaputo, i suoi comizi si trasformano spesso in pesanti accuse e anche insulti a destra e manca. Parlando però a Bologna in piazza Maggiore dove ha tenuto uno dei comizi del suo Tsunami tour elettorale - così battezzato da lui - ha tirato in ballo questa volta Al Qaeda. Ha infatti detto che l'organizzazione terroristica se ha in mente di fare delle rappresaglie per l'intervento militare francese nel Mali, allora che le facesse bombardando il Parlamento italiano. Non solo: ha anche fornito le coordinate Gps di quella che ha definito una ridente cittadina un po' a sud di Bologna. Ovviamente Al Qaeda non ha certo bisogno delle coordinate da parte di Grillo, ma insomma è stato certamente un linguaggio esplicito fin troppo il suo. Dimenticando forse di non esser più un comico che recita battute anche se pesanti, ma un personaggio politico pubblico che ha invitato dei terroristi a colpire Roma e il Parlamento. Con uno scampolo di ironia rimastogli ha però aggiunto che i terroristi è meglio che attacchino il Parlamento prima del 25 febbraio perché dopo, ha detto, ci saremo dentro anche noi (del Movimento cinque stelle). E proprio a Bologna si era tenuto il primo grande incontro pubblico di Grillo, il famoso Vaffa day che poi aveva dato inizio al movimento stesso. Lo ha ricordato anche Grillo: "È iniziato tutto qua e stiamo tornando qua. È fantastico vedere migliaia di ombrelli. Lo tsunami si sta allargando, siamo un'epidemia, non si ferma più". Ottimista di un grande risultato elettorale, Grillo promette che fra venti giorni manderà tutti i politici a casa loro. Nel suo comizio Grillo non ha risparmiato poi gli attacchi a Napolitano colpevole secondo lui di star coprendo lo scandalo Monte dei Paschi: vuole mettere sotto silenzio questo sfaccio, ha detto. Accusato anche il Pd, tutto il Pd è coinvolto in questo scandalo ha aggiunto. "Nessuno ha controllato anche alla Parmalat lo sapevano tutti, ma erano tutti sulle buste paga di Tanzi, qui è molto peggio" ha concluso.