BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEZIONI 2013/ Il programma di Alba Dorata

Pubblicazione:venerdì 22 febbraio 2013

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

1)Le banconote si possono moltiplicare e spendere a volontà, purchè si mantengano costanti i prezzi. 

 

2)Dopo aver reso innocui gli speculatori si dispone di una sorta di moto perpetuo economico. Un circuito chiuso che non si arresta mai. Il solo motore necessario per questo meccanismo è la fiducia. Basta creare e mantenere questa fiducia con ogni mezzo lecito possibile. 

 

I soloni dell'economia certamente ci accuseranno di essere assurdi sul piano della teoria economica: creare inflazione ( stampare carta moneta) senza far salire i prezzi senza ricorrere al razionamento dei consumi, alle tessere del pane. 

 

EPPURE LA VERA RIVOLUZIONE E' QUESTA NON SPARGENDO SANGUE IN UNA INUTILE GUERRA TRA POVERI E QUINDI OSTACOLANDO IL PROGETTO SANGUINARIO ORIGINARIO DEI BANCHIERI E DEI LORO SEGUACI.LA STORIA INSEGNA NO? 

 

 

Quando L''Italia uscirà dall'euro grazie alle politiche lungimiranti di Alba Dorata non svaluteremo la nostra moneta perchè siamo troppo indebitati con gli speculatori. Questa misura renderebbe più competitive le nostre esportazioni ( lo sono comunque) ma accrescerebbe il peso del debito. 

 

Il signor Prodi in una notte con il cambio di uno a due con l'euro riusci',  in accordo con Bertinotti, a raddoppiare i nostri debiti ed a dimezzare i nostri crediti col nostro primo partner commerciale. La Germania. 

 

Alba Dorata punta quindi al riequilibrio del commercio perchè il nostro debito commerciale non può essere finanziato come si fa in tempi normali. Qui siamo in presenza di una truffa che sta annientando l'Italia e l'Europa intera. 

 

Alba Dorata prevede di pagare i creditori con la Lira ( stampata apposta, moneta di Stato) che però devono essere utilizzati solo in Italia merci italiane. 

 

Ben presto questo sistema svilupperà, quasi spontaneamente, accordi internazionali di scambio per baratto. 

 

Non avremo più il bisogno di valuta estera come l'euro od il dollaro per comprare le materie prime perchè non compreremo né venderemo più per il periodo necessario. 

 

Per il gas russo, ad esempio, ripagheremo con tecnologie avanzate e pregiati prodotti industriali. 

 

Nella situazione attuale l'Italia deve riprendere il suo ruolo di protagonista naturale in Europa e nel mondo. 

 

Alba Dorata è cosciente che anche altre Nazioni seguiranno l'esempio italiano ponendo le regole e non subendole. 

 

In un primo periodo l'Italia a causa dei pochi commerci con esborso di valuta, imporremo agli importatori italiani un'autorizzazione della Nuova Banca d'Italia nuovamente nazionalizzata per l'acquisto di divise estere, euro in primis. 

 

L' Italia creerà accordi diretti con gli esportatori che disporranno di quelle divise che le metteranno a disposizione. 

 

I negozi sui cambi avverranno dunque, dopo aver reso innocui gli speculatori, non pagando il tributo ai banchieri internazionali. 

 

Il controllo statale dei cambi e del commercio ridarà alla politica economica italiana una nuova libertà in primis perchè il valore interno della Lira (il suo potere d'acquisto per i lavoratori) è stato svincolato dal suo prezzo esterno, quello dei mercati valutari europei ed americani. 

 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >