BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEZIONI 2013/ Il programma di Alba Dorata

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

ALBA DORATA PREVEDE: 

 

  1. 1)Di rifiutare prestiti esteri gravati da interessi, e di basare la moneta Italiana sulla produzione invece che sulle riserve auree che non dobbiamo farci rubare come hanno fatto con la Libia.
  2.  
  3. 2) Di procurarsi le merci da importare attraverso scambio diretto di beni - baratto e di sostenere le esportazioni quando necessario.
  4.  
  5. 3) Di porre termine a quello che è chiamato "libertà dei cambi", ossia la licenza di speculare sulle [fluttuazioni delle] monete e di trasferire i capitali privati da un Paese all'altro secondo la situazione politica.
  6.  
  7. 4) Di creare moneta quando manodopera e materie prime erano disponibili per il lavoro, anziché indebitarsi prendendola a prestito".
  8. 5) I Professori di economia insegnano: il serbatoio di manodopera è inelastico e ogni nuovo investimento compete offrendo sempre più alti salari a una manodopera sempre più scarsa.
  9. E' in base a questo dogma, notiamolo, che il liberismo supercapitalista raccomanda la globalizzazione, l'internazionalizzazione dell'economia: per attingere ai serbatoi di lavoro inutilizzato e a basso costo dei paesi non sviluppati.

Il ragionamento di questi signori non fa una grinza da un punto materialista, ma essi dimenticano che l'essere umano e' corpo e Spirito mentre la nostra ricetta si basa sullo Spirito andando a governare il Corpo nazionale tramite la fiducia tra le sue componenti imprescindibili.

 

Alessandro Gardossi Segretario politico di Alba Dorata Italia 




© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.