BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ELEZIONI 2013/ Il programma di Forza Nuova di Roberto Fiore

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

SVILUPPO ECONOMICO

Per il prodotto italiano la garanzia di una rete di distribuzione locale a costi ridotti;

Tassazione leggera per le imprese straniere che producendo in Italia commercializzino almeno l’ 80% della produzione sul territorio italiano, assumendo manodopera italiana;

Saranno suscettibili di alta tassazione le rendite non derivate dal lavoro, gli immobili sfitti, i terreni incolti. Le strutture produttive in stato di abbandono potranno essere espropriate dallo Stato, poiché lesive della funzione sociale della proprietà;

La garanzia del diritto alla proprietà e all’ iniziativa privata;

Forza Nuova prospetta l’ attuazione di una drastica riduzione della pressione fiscale, fino al 10%; di conseguenza propone:

Il rifiuto del pagamento del debito pubblico, che comporterebbe un risparmio di circa 7.000 euro per famiglia ogni anno, e di conseguenza la fine del ridicolo stato di cose che porta ogni nuovo nato in Italia ad essere debitore di 37.000 mila euro al momento della nascita;

-tutti i beni confiscati alle mafie e a coloro che commettono reati contro il patrimonio diverranno proprietà dello Stato, il quale li assegnerà secondo criteri di giustizia sociale facendosi garante della loro produttività futura;

L’abbattimento dei costi delle istituzioni pubbliche, dei relativi rappresentanti, funzionari, dirigenti, che dovranno essere riportate a dei livelli che rispettino l’onore dell’incarico rivestito, ma che non superino il tetto massimo di 15 volte lo stipendio medio di un dipendente con mansioni esecutive;

AGRICOLTURA

L’abbattimento dei costi della macchina burocratica dello Stato;

L’introduzione d’un sistema fiscale semplificato a tre aliquote che, tenendo conto degli effettivi e necessari costi per le famiglie, ne consenta la detrazione ai fini del calcolo dell’imposta sul reddito, finora considerato nella sua contabile astrattezza ma non nella sua realtà, evitando in tale maniera intollerabili fenomeni di dupli- cazione dei tributi e sfavorendo in tal modo l’evasione;

AGRICOLTURA e turismo

Forza Nuova auspica il raggiungimento di una piena autonomia alimentare e un rilancio del settore agricolo attraverso:

L’ aumento della produzione e dell’ export dei prodotti agro alimentari italiani nel mondo;

L’ assegnazione di tutti i terreni demaniali o abbandonati da tempo ai giovani italiani, attraverso un piano di impiego della manodopera italiana giovanile e temporaneamente non occupata, nel settore agricolo.

La riorganizzazione in Categorie o Corporazioni e il rafforzamento dell’unità del mondo agricolo, indispensabile per dar vigore all’iniziativa degli agricoltori italiani;

La creazione di accordi di filiera e di collaborazione tra aziende del comparto agricolo e strutture commerciali a tutela dei reciproci interessi e di quello nazionale;

Il potenziamento delle infrastrutture pubbliche con particolare

 

AGRICOLTURA

Riguardo alle vie di collegamento;

L’educazione della gioventù ad un graduale “ritorno alla terra”, attraverso il primo insegnamento scolastico e gli istituti agrari, concepiti come vere e proprie fucine di lavoro;

La messa al bando di ogni forma di OGM e l’ abrogazione di ogni normativa che autorizzi o tolleri il sostegno alla cultura della biodiversità organica e biologica;

L’istituzione di dazi su tutte le merci provenienti dall’estero salvo che per i paesi dell’area Europea o con cui l’Italia abbia stretto accordi di interesse nazionale;

Il blocco totale delle merci provenienti da Stati che ricorrono a manodopera paraschiavizzata o che non rispettano le fondamentali norme igienico-sanitarie;

Il radicale incremento di controlli per accertare l’origine delle merci in entrata nel nostro Paese e il loro status igienico-sanitario;

La “tracciabilità del prodotto”, che preveda l’ indicazione dettagliata del luogo di provenienza delle materie prime, delle tecniche e dei sistemi di lavorazione impiegati;

Lo scioglimento di enti parassitari ed improduttivi utilizzati come bacini di clientela elettorale;

La riorganizzazione del settore in senso corporativo e il rafforzamento dell’unità del mondo agricolo, indispensabile per dar vigore all’iniziativa degli agricoltori italiani e preferenza nazionale nell’assunzione della mano d’opera;

AGRICOLTURA

La ripresa economica del nostro paese non può prescindere dalla considerazione del nostro potenziale ambientale, paesaggistico, turistico e storico; ecco quindi le nostre più immediate proposte:

Valorizzazione del nostro patrimonio storico ed ambientale, che comuni e province, anche consorziandosi, dovranno promuovere e tutelare;

-apertura di sportelli del turismo italiano in tutto il mondo, al fine di promuovere l’immagine del nostro paese, ancora per tanti scarsamente conosciuta;

Adeguamento delle infrastrutture, soprattutto nel Meridione, a tutt’oggi del tutto insufficienti: strade, aeroporti, ricezione alberghiera dovranno essere uno dei primi obbiettivi d’investimento dello Stato; in questo modo il sud d’Italia potrà divenire, come già accade per altri territori del sud dell’Europa, un punto di raccolta e di lungo soggiorno invernale per molti cittadini del nord del nostro continente;

-la creazione di un ente nazionale apposito, per la gestione del territorio e la valorizzazione del patrimonio storico e ambientale; il suddetto ente avrà facoltà di ritirare le concessioni d’ uso del suolo e degli edifici pubblici ove si riscontri una gestione inadeguata o non efficiente delle risorse;

POLITICHE SOCIALI E ASSISTENZA

DIRITTO ALLA CASA

Forza Nuova sostiene che ogni cittadino italiano abbia il diritto sacrosanto di nascere, vivere e morire in una casa adeguata e di proprietà familiare: elemento fondante di una società giusta, che determina la qualità del futuro di una Nazione. Per questo propone: