BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ELEZIONI 2013/ Berlusconi rompe il silenzio elettorale: la magistratura? Peggio della mafia

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Dopo le polemiche, Berlusconi ha voluto chiarire: “Io non ho violato alcuna regola. Conclusa una conferenza stampa a Milanello in cui si era parlato soltanto di Milan e di calcio, uscendo dalla stanza, ho risposto a una domanda a margine di un giornalista amico, esprimendo un parere sulla magistratura che, per fortuna, non mi risulta sia ancora un partito politico che chiede voti ai cittadini partecipando alla campagna elettorale. Parlando di magistratura, non mi riferivo ovviamente alla grande maggioranza dei magistrati onesti e irreprensibili, ma a quella minoranza che usa la giustizia a fini di lotta politica”. 

© Riproduzione Riservata.