BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ELEZIONI 2013/ Gli amministratori candidati di Fare per Fermare il Declino alla Camera, al Senato e alle Regioni

Sono 1363 gli amministratori comunali che il 24 e 25 febbraio si presenteranno agli elettori chiamati a rinnovare la Camera e il Senato. Vediamo i nomi di Fare per Fermare il Declino

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Sono 1363 gli amministratori comunali (250 i sindaci) che il 24 e 25 febbraio prossimi si presenteranno agli elettori chiamati a rinnovare la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica. E' quanto emerge dalla fotografia scattata da Anci Comunicare che ha analizzato le liste presentate dai principali partiti che si sfideranno nelle prossime elezioni politiche. E' il centrodestra (Pdl, Lega e Fratelli d'Italia) lo schieramento con il maggior numero di amministratori comunali in lista (701), seguito dal centrosinistra, con un partito in meno in coalizione, che ne conta 304. Più indietro come candidature le liste a sostegno del premier uscente Mario Monti, che con la lista unica per il Senato e le liste di Fli e Udc alla Camera totalizza 249 amministratori. Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia: tra Camera e Senato l'ex magistrato propone 96 amministratori provenienti dai Municipi italiani. Infine, il movimento di Oscar Giannino schiera 13 amministratori locali, dei quali uno è sindaco. Nel dettaglio per singoli partiti, dall'indagine di Anci Comunicare emerge come sia il Pdl, con 281 amministratori, il partito che più ha puntato sull'esperienza amministrativa nei Comuni. A seguire Fratelli d'Italia che ne schiera 216, la Lega Nord (204), l'Unione di Centro (191), il Partito Democratico (189), Sinistra Ecologia e Libertà (115), Rivoluzione Civile (96), Futuro e Libertà (31), Monti per l'Italia (27) e Fare per fermare il declino che ne conta 13. Il neonato movimento di OScar Giannino candida 13 amministratori, dei quali un sindaco. Novità assoluta di questa tornata, il movimento Fare per Fermare il Declino conta “molti amministratori tra i nostri sostenitori”, afferma chi si occupa dell’organizzazione. Tra gli amministratori comunali, però, i candidati nelle liste non potevano essere moltissimi, proprio a causa dell’assoluta novità di questa formazione nel panorama politico nazionale. Se ne contano in tutto 13, di cui 11 consiglieri, un sindaco e un vicesindaco. Quasi la metà, sei, sono candidati in Lombardia.