BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ELEZIONI 2013/ Gli amministratori candidati con Ingroia in Rivoluzione Civile alla Camera, al Senato e alle Regionali

La Regione con più sindaci, consiglieri ed assessori comunali che tentano di entrare in Parlamento è la Lombardia (19), seguita da Veneto (11), Emilia-Romagna (10)

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Con l'ex magistrto Antonio Ingroia corrono 96 amministratori, 5 sindaci tra Piemonte, Lombardia e Calabria. La Regione con più sindaci, consiglieri ed assessori comunali che tentano di entrare in Parlamento è la Lombardia (19), seguita da Veneto (11), Emilia – Romagna (10), Campania e Piemonte (8). Buona la presenza femminile: 24 donne, distribuite tra Camera (13) e Senato (11). Tra gli aspiranti parlamentari delle liste di ‘Rivoluzione civile’ 96 vantano un’esperienza di amministratori nei Comuni: 60 sono in corsa per Montecitorio e 36 per Palazzo Madama. Il dato emerge dall’analisi di Anci-Comunicare sulle liste del movimento guidato dall’ex magistrato di Palermo Antonio Ingroia. La Regione con più sindaci, consiglieri ed assessori comunali che tentano di entrare in Parlamento è la Lombardia (19), seguita da Veneto (11), Emilia – Romagna (10), Campania e Piemonte (8). Gli amministratori sono divisi tra centri con meno di 15mila (46), e con più di 15mila abitanti (50). Quindici arrivano da Comuni capoluogo di provincia, mentre due candidati sono espressione di Comuni ‘polvere’: Montebruno (Ge) – 214 abitanti, ed Acquafondata (Fr) -296. Soltanto cinque i sindaci nelle liste: due a testa per Piemonte e Lombardia, uno in Calabria. Al Senato Nilo Durbiano di Venaus (To), centro simbolo della resistenza ‘No Tav, capolista in Piemonte è certo dell’elezione; con lui per la Camera Davide Persico di San Daniele Po (Cr) – 5/a posizione in Lombardia 3; chanches nulle per Gabriele Grandini di Braone (Bs) (40° – Lombardia 2) ed Emanuel Parracone, di Valdieri (Cn), 11esimo in Piemonte 2. In corsa per Montecitorio anche il sindaco di Cutro (Kr): Salvatore Migale è quinto in lista. Dei 70 consiglieri comunali la maggior parte è candidata nelle circoscrizioni di Lombardia (14), Veneto (9), Emilia-Romagna (8) e Campania (7). Completano la pattuglia degli amministratori locali per il Parlamento 17 assessori comunali – 9 per il Senato e 7 per la Camera – e 4 vice sindaci. Buona la presenza femminile: 24 candidate, distribuite tra Camera (13) e Senato (11). La Regione più attenta alle ‘quote rosa’ è la Lombardia (5 candidate), seguita da Abruzzo e Toscana (4), e Veneto (3). Ecco nel dettaglio una sintesi Regione per Regione riferita ad entrambe i rami del Parlamento.