BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ELEZIONI 2013/ Lombardia Senato, Berlusconi è al 37,98%, Bersani al 30,29% (2.762 sezioni scrutinate su 9.233)

A dispetto di quanto sta avvenendo nel resto d’Italia, la vittoria, al Senato, in Lombardia, potrebbe essere attribuita al centrodestra. Il distacco, attualmente, si attesta su 7-8 punti

Infophoto Infophoto

Si sapeva che la Lombardia avrebbe riservato delle sorprese. Non, a dire il vero, fino a questo punto. La Regione, da mesi, viene considerata in bilico e, come è ormai noto, è decisiva per la governabilità del Paese: al Senato, infatti, la legge elettorale assegna il premio di maggioranza su base regionale; poiché la Regione è la più popolosa d’Italia, sono ben 27 i seggi (su un totale di 49) che vengono assegnati a chi vince. E, a dispetto di quanto sta avvenendo nel resto d’Italia, la vittoria potrebbe essere attribuita al centrodestra. Il distacco, attualmente, si attesta su 7-8 punti, con la coalizione guidata da Berlusconi attorno al 37,98 per cento e quella guidata da Bersani al 30,29. Il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo si conferma, anche in Lombardia, come terza forza, con il 16,36 per cento dei consensi, mentre Con Monti per l’Italia viaggia attorno al 10,83. Nel dettaglio, il Pdl si trova al 20,90 per cento, la Lega al 13,94. Il Pd è al 27,71, mentre Sel è al 2,28 per cento.