BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RISULTATI ELEZIONI 2013/ Senato: dati definitivi, ecco le percentuali

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

ELEZIONI 2013 SENATO: I DATI DEFINITIVI - Dal Ministero dell’Interno giungono finalmente i dati definitivi relativi alle elezioni per il rinnovo del Senato. Sono state infatti scrutinate le 60.431 sezioni totali e il centrosinistra risulta ancora in vantaggio con il 31,63% delle preferenze totali. Segue la coalizione di centrodestra a quota 30,71%, mentre il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo si attesta al 23,79%. Più staccati tutti gli altri schieramenti, a cominciare dalla Scelta Civica di Mario Monti che non va oltre quota 9,13%, seguito da Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia che si ferma all’1,79%. Male anche Fare per Fermare il Declino di Oscar Giannino, a quota 0,91%. Nonostante il centrosinistra abbia ottenuto la maggioranza relativa, nessuna coalizione è stata in grado di arrivare alla fatidica soglia dei 158 seggi (il cosiddetto “magic number”) che significa maggioranza assoluta, governabilità e, quindi, la sopravvivenza di un governo.

ELEZIONI 2013 SENATO, IL COMMENTO DI PIER LUIGI BERSANI – Anche il segretario del Partito Democratico e candidato premier della coalizione di centrosinistra Pier Luigi Bersani ha da poco commentato i risultati di queste elezioni per il rinnovo del Parlamento. Nonostante i risultati non proprio entusiasmanti, il leader del Pd guarda il bicchiere mezzo pieno: "Il centrosinistra ha vinto alla Camera e per numero di voti anche al Senato. E' evidente a tutti che si apre una situazione delicatissima per il Paese. Gestiremo le responsabilità che queste elezioni ci hanno dato nell'interesse dell'Italia". Pochi minuti prima aveva parlato invece Nichi Vendola, leader di Sel: “se questi dati venissero – ha detto il governatore pugliese - la maggioranza dei voti è al centrosinistra sia alla Camera che al Senato. Quindi tocca al centrosinistra l'onere di una proposta per rispondere alla domanda di cambiamento che avanza il Paese. Il centrosinistra dovrà essere immediatamente capace di curare le ferite della nostra democrazia". Vendola ha poi voluto sottolineare che, a suo giudizio, “il governissimo sarebbe la più velenosa delle sciagure".

ELEZIONI 2013, SENATO: IN MOLISE LA COALIZIONE DI CENTROSINISTRA PASSA IN VANTAGGIO (DATI REALI) - Dopo il Piemonte, la coalizione di centrosinistra è passata in vantaggio anche in Molise, attestandosi al momento al 30,25%, seguita da quella di centrodestra al 30,09%. Intanto i dati forniti dal Ministero dell’Interno riguardo le elezioni per il rinnovo del Senato sono ormai praticamente definitivi: quando sono state scrutinate 59.811 sezioni sulle 60.431 totali, la coalizione di centrosinistra risulta ancora in vantaggio con il 31,63% delle preferenze e 9.574.066 voti ricevuti, seguita dalla coalizione di centrodestra a quota 30,71% e 9.295.708 voti. Terzo posto per il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo al 23,79%, seguito dalla Scelta Civica di Mario Monti, al momento a quota 9,14%.

CLICCA QUI E COMMENTA I RISULTATI NELLA NOSTRA CHAT INTERATTIVA: SONDAGGI, TWEET, COMMENTI. COME E' ANDATO L'ELECTION DAY? E CHI VINCERA'?

ELEZIONI 2013, SENATO: DATI DEFINITIVI, IN TOSCANA VINCE BERSANI (AGGIORNAMENTO ORE 23.25) - E' arrivato dal Ministero dell'Interno il risultato definitivo relativo alle elezioni inToscana per il Senato: prevale la coalizione di centrosinistra guidata da Pier Luigi Bersani con il 43,45%, seguita dal Movimento 5 Stelle al 22,71% e la coalizione di centrodestra al 21,30%. Scelta Civica di Monti è invece all'8,12%. La ripartizione dei seggi assegna quindi 9 posti al Pd, 4 a Grillo, 3 al Pdl, uno a Monti e uno a Sel.

ELEZIONI 2013, SENATO: IN PIEMONTE LA COALIZIONE DI CENTROSINISTRA PASSA IN VANTAGGIO (DATI REALI) - Negli ultimi minuti, mentre Mario Monti parlava dalla sede di Scelta Civica per commentare il risultato elettorale, il Piemonte cambiava colore. La coalizione di centrosinistra, infatti, secondo i recenti dati forniti dal Ministero dell’Interno, è passata in vantaggio con il 29,68%, contro il 29,52% della coalizione di centrodestra. Questo dato viene rilevato quando sono state scrutinate 4.715 sulle 4.835 totali. Con questi numeri, il centrosinistra potrebbe contare su 119 seggi a Palazzo Madama, il centrodestra su 110, il Movimento 5 Stelle (25,58%) su 56 e Scelta Civica (11,69%) su 19. Ancora lontano, però, il fatidico “magic number” di seggi (158) che garantirebbe la governabilità.

RISULTATI ELEZIONI 2013 SENATO: ORE 22,29 I RISULTATI QUASI DEFINITIVI -  Con il voto al Senato ormai quasi del tutto scrutinato (57987 sezioni su 60431) si defila lo stand by che crea condizioni di ingovernabilità. Come ha ricordato Letta del Pd è il vincitore alla Camera che avrà il diritto di iniziare le trattative per formare un possibile governo, ma ovviamente un governo senza una maggioranza al senato non è pensabile. Mentre Grillo e i suoi esultano (ha detto che per forza di cose bisognerà tornare a votare) vediamo la situazione al momento in senato. La coalizione di centrosinistra avrebbe il 31,6% dei voti mentre quella di centrodestra il 30,6%, praticamente un pareggio. Il Movimento cinque stelle avrebbe invece il 23,7% die voti e la lista di Mario Monti solo il 9,15% dei voti. Non entrano al senato Rivoluzione civica con l'1,79% e Fare per fermare il declino con lo 0,9% dei voti. 

RISULTATI ELEZIONI 2013 SENATO: ORE 20,19 PROIEZIONI NELLE REGIONI CHIAVE - Nuove proiezioni di Ipr Marketing per Tgcom 24 con una copertura del campione pari al 57%. Ecco i dati relativi a sette regioni chiave. In Lombardia: Centrosinistra 29,7%, Centrodestra 37,3%; Lista Civica di Mario Monti 10,5%; Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo 18,2%. In Piemonte: Centrosinistra 29,9%, Centrodestra 30%; Lista Civica di Mario Monti 12,4%; Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo 24,3%. In Puglia: Centrosinistra 27,9%, Centrodestra 34,2%; Lista Civica di Mario Monti 9,4%; Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo 24,2%. In Veneto: Centrosinistra 24,9%, Centrodestra 32,6%; Lista Civica di Mario Monti 11%; Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo 25%. In Sicilia: Centrosinistra 26,7%, Centrodestra 35,1%; Lista Civica di Mario Monti 5,4%; Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo 28,9%. In Campania: Centrosinistra 28,5%, Centrodestra 36,3%; Lista Civica di Mario Monti 8,8%; Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo 21,5%. In Calabria: Centrosinistra 32,2%, Centrodestra 32,4%; Lista Civica di Mario Monti 8,2%; Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo 21,4%.



  PAG. SUCC. >