BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ELETTI SENATO/ Veneto, chi sono i candidati senatori con diritto al seggio e i primi dei non eletti

Anche nel Veneto il Movimento cinque stelle diventa il primo partito sbaragliando anche la Lega Nord. Ecco chi sono gli eletti al senato nei vari partiti

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

ELETTI AL SENATO IN VENETO: CHI SONO I CANDIDATI CHE HANNO DIRITTO AL SEGGIO? - Anche nel Veneto il Movimento cinque stelle è primo partito, avendo ottenuto 670.089 voti contro i 633.311 voti del Pd e i 523.029 del Pdl. Forte perdita di voti qui come in altre regioni del Nord ha subito la Lega Nord, che ha ottenuto il 10,85% con 298.412 voti. Nel dettaglio, la coalizione di centro detersa ha ottenuto 895.425 voti risultando vincitrice; il centrosinistra ha ottenuto invece 681.501 voti. Vediamo allora chi sono glie eletti nei vari schieramenti. Il Pdl ottiene nove senatori: si tratta di Niccolò Ghedini, Maurizio Sacconi, Anna Bonfrisco, Pierantonio Zanettin, Marco Marin, Maria Elisabetta Alberti Casellati, Mario Dalla Tor, Giovanni Piccolo. Anche nel Veneto capolista era Silvio Berlusconi: se rinunciasse al posto entrerebbe al Senato Franco Conte. La Lega Nord ottiene cinque senatori e cioè  Massimo Bitonci (capolista), Patrizia Bisinella, Rafaela Bellot, Emanuela Munerato e Erika Stefani. Per il Pd quattro senatori: Laura Puppato (capolista), Felice Casson, Giorgio Santini e Rosanna Filippin. Quattro senatori anche per il Movimento cinque stelle e cioè Enrico Cappelletti (capolista), Paola De Pin, Giovanni Endrizzi e Gianni Pietro Girotto. Due infine per Scelta civica di Mario Monti: Gianpiero Dalla Zuanna (capolista) e Antonio De Poli. Vediamo i primi die non eletti: nel Pdl restano a casa Bartolomeo Amidei, Stefano Bertacco e Renato Meneghel. Nella Lega Nord i primi die non eletti sono Paolo Tosato e Granco Zorzo. Nel Pd troviamo Giancarlo Piva, Emilia Laugelli e Daniele Ceschin. Prima die non eletti nel M5S è Tiziana Michelotto. Primo nn eletto in Scelta civica è l'ex Pdl Fabio Gava, seguito da Maurizio Fistarol (ex sindaco di Belluno) e Maria Possamai.

© Riproduzione Riservata.