BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

1994-2013/ Achille Occhetto: io e Bersani battuti dallo stesso nemico

Pubblicazione:mercoledì 27 febbraio 2013

Achille Occhetto, ex segretario del Pds Achille Occhetto, ex segretario del Pds

In primo luogo, escludo che si possa dire che la sinistra sia rappresentata da Ingroia e Di Pietro. Rivoluzione civile porta avanti una tematica, quella della giustizia, ma non è l’espressione della sinistra italiana. Dalle viscere del Paese e della società civile nasce su forme nuove, cioè dalle ceneri della vecchia sinistra, una nuova sinistra che si esprime con moduli, forme organizzative e linguaggi totalmente diversi. Il guaio è che ancora non ha una leadership politicamente consapevole della responsabilità che gli sta di fronte.

 

Come si spiega il forte ridimensionamento dell’area a sinistra del Pd?

Quella degli ex comunisti e di Rifondazione era una sinistra ideologica, che ha fatto il suo tempo e già da anni era marginalizzata, in quanto ha confuso la volontà di sinistra che c’è e che serpeggia nella gente, con i vecchi moduli ideologici che sono del tutto superati. E’ quanto ho vissuto in prima persona, e non a caso fui l’artefice della svolta della Bolognina.

 

Che cosa accadrà ora?

Anche di fronte al disastro dell’ingovernabilità, la cosa buona è che non scomparso il sogno, la volontà, il desiderio di cambiamento della gente e soprattutto dei giovani. Rispetto al qualunquismo e all’astensionismo, è una nota di speranza che bisogna sapere raccogliere. Al 90% la ragione del voto dato a Grillo è l’incapacità di rinnovarsi di Pd e Pdl, cui si aggiungono temi come il salario minimo garantito, le questioni ecologiche, la difesa del territorio e altre rivendicazioni di questo tipo.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
27/02/2013 - Le elezioni le ha perse Bersani (artemio orlandini)

E' giusto che il PD abbia perso le elezioni perchè questa sinistra non potrà mai essere una forza di governo se continua a fare così. Non ha capito la forza che poteva essere Renzi , ha voluto invece restare in sella a tutti i costi e questo ne è il risultato . Renzi l'avrebbero votato in tanti e avrebbe vinto ma hanno avuto paura del nuovo che avanza per restare attaccati al potere . Ben gli sta . Io ero andato a votare alle primarie x Renzi ma poi non ho votato PD alle elezioni . Troppo legati a Vendola e alla Camusso . Così non andrete da nessuna parte . E poi Occhetto , Dalema , Bindi ma come si fa a vincere con queste faccie ? Continuate così , continuate a perdere . Artemio

 
27/02/2013 - Occhetto e Bersani sconfitti da un solo nemico (Claudio Baleani)

Occhetto e Bersani sconfitti da un solo nemico: sono minoranza. Siccome non se ne rendono conto finiscono sempre per pensare che hanno vinto prima di incominciare e dopo sbattono la faccia. Non solo. Anche adesso, dopo questo clamoroso flop a sinistra si dice che quelli che non votano a loro sono persone un pò strane, emotive. In sostanza, fuori di testa. Che ci volete fare? Sono fatti così e non si sa più che s'ha da fare per farli vincere. Non ci riescono mai.