BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RISULTATI ELEZIONI 2013/ Folli: il governo di minoranza di Bersani è un "suicidio"

Pier Luigi Bersani (InfoPhoto) Pier Luigi Bersani (InfoPhoto)

Sono rimasto deluso. Sento i dati della Borsa, sento gli occhi di tutta Europa puntati su di noi, vedo la realtà. Nella conferenza stampa di Bersani ho invece ascoltato un messaggio di scarsa iniziativa e ho percepito una vaghezza di iniziative che mi lasciano perplesso. Mi sembra che stia puntando a un governo di minoranza, quasi impossibile da realizzare. Non ha neppure parlato di riforma elettorale da affrontare subito, come scadenza prima e più urgente. Mi sarei poi aspettato che, di fronte a quello che è successo, Bersani parlasse di un reale rinnovamento del Partito democratico… Se queste sono le premesse, non c'è molto da sperare.

 

Come si è arrivati a questo punto? Si possono addebitare responsabilità precise?
Porsi questi interrogativi, è un esercizio inutile in questo momento. La crisi è di tale portata che si tratta di una somma di responsabilità. Il voto di questi giorni è frutto di tante cause: contro il sistema, contro l’inconsistenza dei partiti, e poi tutto il resto. Per spiegare quello che è accaduto, forse si deve risalire al 1992. Allora si fece avanti la Lega, che poi è fallita, ha deluso. In questi vent’anni è cresciuto un fiume di delusione, scontentezza che è uscito dagli argini. Possiamo usare qualsiasi metafora: quella della talpa che ha continuato a scavare sotto terra, oppure quella del detonatore... La sostanza della crisi però non cambia.

 

(Gianluigi Da Rold)

© Riproduzione Riservata.