BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SONDAGGIO ELEZIONI/ Swg: crescono Bersani e Berlusconi, in calo Monti e stabile Beppe Grillo

Pubblicazione:martedì 5 febbraio 2013

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

SONDAGGIO ELEZIONI 2013. LE RILEVAZIONI DI SWG. Crescono tutti, tranne Monti. Se da una parte la coalizione di centrosinistra guidata da Pier Luigi Bersani fa registrare un aumento complessivo dello 0,8% tra le preferenze di voto degli italiani, quella di centrodestra con a capo Silvio Berlusconi registra una crescita leggermente inferiore, dello 0,3%. Tra le due coalizioni vi è al momento un divario pari al 5,5%. Questi i numeri che emergono da un recente sondaggio effettuato dall’istituto demoscopico Swg. A pagare i rialzi di entrambi i concorrenti è proprio la Scelta Civica capitanata da Mario Monti che, a differenza di Bersani e Berlusconi, deve fare i conti con un calo complessivo dello 0,9%. Andando a vedere nel dettaglio le intenzioni di voto rilevate dalla Swg, notiamo che la coalizione di centrosinistra si trova al momento al 33,6%, facendo dunque registrare un aumento dello 0,8% rispetto all’ultimo sondaggio del primo febbraio scorso. All’interno della coalizione, invece il Partito Democratico si attesta al 28,9% (+0,9% rispetto al 1 febbraio), Sel al 3,9% (-0,1%), Centro Democratico allo 0,4% (-0,1%) come anche Svp (+0,1%). La coalizione di centrodestra è al momento a quota 28,1%, cifra in aumento dello +0,3% rispetto alla precedente rilevazione: tra le forze presenti vediamo che il Pdl si trova a quota 18,9% (-0,4%), Lega Nord+3L Tremonti al 5,3% (+0,4%), Fratelli d'Italia all’1,7% (+0,3%), La Destra 1% (nessuna variazione) e via via gli altri partiti. La coalizione guidata dal presidente del Consiglio Mario Monti si attesta attualmente al 13,3%, facendo dunque registrare una flessione dello -0,9%. In particolare, Scelta Civica con Monti per l'Italia si trova all’8,8% (-0,6% rispetto all’ultimo sondaggio), Udc al 3,0% (-0,4) e Fli all’1,5% (+0,1). Tra i prtiti non coalizzati, troviamo ovviamente il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo mantenere sostanzialmente il dato registrato nella precedente rilevazione, a quota 18,0%, Rivoluzione Civile di Ingroia al 4,9% (-0,1%), Fare per Fermare il Declino di Oscar Giannino all’1,6% (+0,1). Ancora alta la percentuale relativa agli indecisi sommata a quella degli astenuti, pari al 32,0% e in aumento del 2,0% rispetto all’ultimo sondaggio.


  PAG. SUCC. >