BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SONDAGGIO ELEZIONI/ Ecco chi sono gli "indecisi" che voteranno per Monti, Grillo e Ingroia

Pubblicazione:

InfoPhoto  InfoPhoto

Mi spiego. Nei sondaggi esistono due domande classiche sull’intenzione di voto: la prima è “se domenica ci fossero le elezioni per chi voterebbe?” e in questo caso la quota di indecisi è sempre molto alta, all’incirca del 30%. La seconda domanda riguarda poi la cosiddetta autocollocazione.

Di che si tratta?

Essenzialmente quanto ognuno di noi dice di sentirsi “a destra” o “a sinistra”, ed è uno dei valori più classici delle rilevazioni politiche e anche uno dei più stabili e affidabili. Ecco, in questo caso gli indecisi risultano essere molti di meno, diciamo tra il 15 e il 20%, quindi circa 10 punti in meno rispetto alla prima domanda. E’ proprio questo 10% che, al momento del voto, si ricolloca semplicemente per appartenenza, quindi per un legame "storico" con un certo partito o area politica.

Secondo lei, agli occhi di quel 67% che crede che la politica sia corrotta, quale coalizione risulta essere più credibile?

Guardando ai principali poli, inizialmente partiva in qualche modo “sfavorita” l’alleanza Pdl-Lega, ma il centrosinistra è stato successivamente spiazzato dal recente caso Monte dei Paschi, giunto inaspettato proprio durante la campagna elettorale. Detto questo, quindi, al momento credo a “salvarsi” di più sia il polo centrista, oltre a Ingroia e Grillo. Lo stesso vale per le cosiddette “liste pulite”.

Si spieghi meglio.

Recenti rilevazioni hanno mostrato il numero degli indagati presenti nelle diverse liste: a fronte di un numero abbastanza alto di indagati (che comunque è ben diverso dai condannati) nel Pdl, Pd e, anche se in misura minore, nell’Udc, nella lista di Monti non ne compare neanche uno, come anche in Fli. Bisogna però sottolineare che, a differenza della parte iniziale di questa campagna elettorale, il dibattito riguardo le liste pulite è andato via via calando fino a quasi scomparire del tutto. Per questo credo che non rappresenterà un aspetto poi così determinante al momento del voto.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.