BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BERLUSCONI/ Alfano: non andiamo in Parlamento. Il Pdl in marcia verso il Tribunale di Milano

Il Pdl, su indicazione del segretario Alfano, minaccia un nuovo Aventino: diserteremo le sedute del parlamento per protestare davanti al tribunale di Milano

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Le parole usate dal segretario del Pdl Alfano sono parole durissime che fanno già pensare a un nuovo caso Aventino. Non parteciperemo alle prime sedute del Parlamento, ha detto Alfano rivolgendosi ai parlamentari del Pdl per protesta contro gli attacchi a Silvio Berlusconi da parte della magistratura. Ha chiesto ai suoi uomini se fossero d'accordo e la risposta è stato un forte applauso, anche se ci sono voci dissidenti come quella dell'ex ministro Sacconi che su twitter ha fatto sapere di non essere d'accordo sull'abbandono del Parlanento: è lì, ha scritto, che si difende la democrazia.  "Valutiamo di non partecipare alle prime sedute del Parlamento perché quello che sta accadendo è contro i principi della democrazia e delle Istituzioni repubblicane che il Pdl ha sempre rispettato" ha detto il segretario del Pdl aggiungendo che nelle ultime ore la situazione si è ulteriormente aggravata: bisogna andare al Tribunale e parlare da lì. Come si sa Silvio Berlusconi negli ultimi giorni ha chiesto più volte il legittimo impedimento per motivi di salute nei confronti di due processi in cui è implicato. L'ultimo dei quali il processo Ruby di cui stamattina si teneva una nuova seduta. I pm hanno insistito che si verificasse tramite due visite fiscali le reali condizioni di salute del Cavaliere che si trova da venerdì ricoverato all'ospedale San Raffaele. A questo punto la rabbia del Pdl non si è più contenuta. E' da segnalare come lo stesso Berlusconi avesse sconsigliato di tenere un sit in di protesta davanti al tribunale di Milano stamattina, dicendo che è necessario il rispetto delle istituzioni. Ma i suoi fedelissimi non ci stanno: Maria Stella Gelmini ha detto che è il caos di disubbidire al leader e di marciare verso il tribunale: "Per una volta disobbediamo al presidente, la linea emersa dall'intervento di molti parlamentari è quella di andare comunque davanti al tribunale a manifestare". Alfano aveva da parte sua come sottolineato con si stia tentando di eliminare per via giudiziaria Silvio Berlusconi: "E' uno scandalo ed io sono personalmente scandalizzato per le questioni giudiziarie".