BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NAPOLITANO/ Video, messaggio per il 17 marzo, la Giornata dell'Unità Nazionale

Pubblicazione:domenica 17 marzo 2013

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Il Capo dello Stato ha inviato un video messaggio per celebrare oggi 17 marzo la "Giornata dell'Unità nazionale, della Costituzione, dell'Inno e della Bandiera", memore di quel 17 marzo di due anni fa in cui si celebrarono i 150 anni dell'Italia unita. Una ricorrenza che cade oggi invece in una Italia apparentemente sempre più divisa, incapace di trovare a livello politico quell'unità necessaria per dare vita alla nuova e attesa legislatura. Napolitano ha sottolineato proprio questo aspetto, fiducioso che gli italiani sapranno ritrovare il senso dell'unità nazionale. E' questo ha detto un momento difficile e duro, per i tanti problemi che abbiamo davanti, dall'economia che non cresce alla disoccupazione che "aumenta e dilaga tra i giovani", il Mezzogiorno che resta indietro. Ma anche per le tante cose che non funzionano nelle istituzioni, nello Stato, nella politica. Uno Stato che, ha detto, richiede da tempo di essere riformato. "Ritroviamo dunque - questo è il mio augurio - come nelle celebrazioni del Centocinquantenario, orgoglio e fiducia, e ritroviamo il senso dell'unità necessaria. Unità, volontà di riscatto, voglia di fare e stare insieme nell'interesse generale, senza dividerci in fazioni contrapposte su tutto, senza perdere spirito costruttivo e senso di responsabilità" ha detto. Napolitano ha poi ricordato le celebrazioni di due anni fa in cui gli italiani ritrovarono, ha detto, la consapevolezza di quel che di meglio era stato fatto nella storia. soprattutto la capacità di superare i momenti difficili "grazie a un grande sforzo per superare le divisioni tra noi, per unire le nostre energie e volontà". "È per ricordare e rivivere tutto questo che il 17 marzo lo celebriamo, e lo celebreremo ogni anno, come Festa dell'Unità d'Italia" ha concluso. 


  PAG. SUCC. >