BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GRASSO E BOLDRINI/ Video Ballarò, i presidenti delle Camere si tagliano lo stipendio

Pubblicazione:mercoledì 20 marzo 2013 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 20 marzo 2013, 9.56

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Si sono presentati a Ballarò, i due nuovi presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Piero Grasso. Si sono presentati insieme, caso già raro, ma soprattutto sorridenti e positivi, annunciando come svolgeranno il loro ruolo. Che sarà all'insegna dell'austerità e dell'impegno. Hanno infatti annunciato una riduzione dei loro stipendi pari al 30% e chiarito che in Parlamento, con loro, si lavorerà cinque giorni su sette: "Chiederemo sacrifici anche ai dipendenti, perché qui ci sono stipendi molto alti, faremo tutto con la collaborazione dei sindacati". Dal canto suo Laura Boldrini, accusata da qualcuno di essere una esponente della sinistra più radicale, ha voluto tranquillizzare spiegando di essersi sempre occupata di diritti umani, i quali, ha detto, non hanno bandiera politica. Ecco perché, ha detto, non mi ritengo una presidente della Camera schierata. A Grasso è invece stato chiesto cosa significa fare politica venendo dalla magistratura:  "Vuol dire avere nuovi stimoli, un impegno ancor più forte. Oggi ho passato la giornata con la collega Boldrini e in conferenza dei capigruppo. Per me è un passaggio da una posizione a un'altra, con nuovi obiettivi ma senza perdere i miei, di obiettivi". Riguardo al taglio dei costi, Grasso ha spiegato che ad esempio si interverrà sui costi parlamentari introducendo la giustificazione delle spese perché oggi molte di queste spese vengono rimborsate in maniera forfettaria. Questo interventi, ha detto ancora, permetterebbe un taglio delle spese pari al 30 e anche al 50%.


  PAG. SUCC. >