BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CONSULTAZIONI/ L’"effetto Grasso" spariglia le carte tra Bersani e Napolitano

Pubblicazione:giovedì 21 marzo 2013

Pietro Grasso (InfoPhoto) Pietro Grasso (InfoPhoto)

L'ex procuratore nazionale antimafia potrebbe da una parte certificare l'assenza di una maggioranza disponibile a supportare un governo Bersani, e dall'altra muoversi con maggiori spazi di manovra alla ricerca di diverse intese. Non più il Movimento 5 Stelle come interlocutore privilegiato (anzi quasi unico), ma anche Scelta Civica e Centrodestra. Un governo istituzionale di emergenza, in nome della crisi economica e non ostile all'Europa.
Per questo tentativo lo spazio, oggettivamente, esiste. Un programma scarno, limitato a misure a favore della crescita, in parallelo alla riforma della legge elettorale. Sono temi che interessano ai montiani ed al centrodestra. Di certo potrebbero coinvolgere la Lega, contraria a un precipitoso ritorno alle urne, con o senza il beneplacito del Pdl. Non va dimenticato che centrosinistra, Scelta Civica e leghisti al Senato sono in grado di superare la soglia fatidica della maggioranza assoluta. In più, un Grasso che trasloca a Palazzo Chigi lascerebbe libera la poltrona più alta di Palazzo Madama, consentendo una redistribuzione d'incarichi che veda un esponente del centrodestra (Quagliariello?) alla seconda carica dello Stato e un democratico al Quirinale dopo Napolitano.
C'è però da considerare lo scenario in cui Bersani tiene duro, ottiene l'incarico e decide di giocarsi tutte le carte a disposizione. Gli basterebbe tirare le cose per le lunghe per mettere in difficoltà il presidente della Repubblica, ormai prossimo alla scadenza. Se riuscisse ad arrivare al l'elezione del nuovo Capo dello Stato, la partita si riaprirebbe, in un senso o nell'altro. Un governo Bersani, oppure elezioni a breve. Un paese, insomma, sospeso ancora una volta pericolosamente fra il tutto e il nulla.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.