BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GOVERNO(?)/ Fioroni: Bersani otterrà la maggioranza, ecco come

GIUSEPPE FIORONI ribadisce che il suo partito non accetterà mai un’alleanza di governo con il Pdl. Tuttavia non esclude un percorso di riforme istituzionali condiviso

Infophoto Infophoto

Non sembrano esserci vie d’uscita: Napolitano ha conferito l’incarico a Bersani che, se vuole esser mandato in Parlamento a chiedere la fiducia, dovrà prima dimostrare al capo dello Stato di poterla ottenere. Bersani, dal canto suo, ha ribadito: “mai con Berlusconi”, anche se Berlusconi è l’unico disposto a dargli i voti per governare. Ipotesi che Grillo continua a non prendere lontanamente in considerazione, nonostante il segretario del Pd si ostini a corteggiare l’M5S. Che alternative rimangono? Marcello Sorgi, su queste pagine, sosteneva che esiste la remota possibilità che le componenti minoritarie del Pd favorevoli ad un accordo con Berlusconi prevalgano. Abbiamo fatto il punto sulla situazione con il deputato piddino Giuseppe Fioroni.


Come intendete muovervi?

Credo che Bersani debba esporre alle forze politiche gli otto punti di programma che abbiamo sottoscritto e mettere tutti di fronte alle proprie responsabilità; contestualmente, dovrà offrire un percorso condiviso per le riforme istituzionali e costituzionali di cui il Paese ha bisogno, dall’ammodernamento dei partiti, alla legge elettorale, dall’assetto del Parlamento, al numero di deputati e senatori. Un pacchetto che dovrà essere condiviso da tutte le forze responsabili.

 

Qual è, in particolare, il vostro atteggiamento nei confronti del Pdl?

Restiamo sulle posizioni espresse da Bersani ed approvate in direzione. Con il Pdl siamo disponibili ad un dialogo sulle riforme, e a farle insieme, per far decollare la legislatura. Non siamo disponibili, invece, ad un accordo di larghe intese. Nel frattempo, l’indirizzo continua ad essere quello di un rapporto con Grillo.

 

Napolitano non intende mandare Bersani a chiedere la fiducia alle Camere se prima non dimostra di godere di una maggioranza di governo. Senza i voti del Pdl, e considerando che Grillo non sosterrà mai il vostro governo, come pensate di fare?

Anzitutto, scioglieremo definitivamente il nodo nella direzione convocata lunedì. Non vedo in ogni caso ragioni per assumere decisioni diverse da quelle espresse in precedenza. Per quanto riguarda la verifica di una maggioranza, presumibilmente Bersani continuerà a orientarsi verso Scelta civica e verso altri gruppi presenti in Senato.

 

I senatori montiani sono 21. Sommando quelli dell’Svp (7) e i quelli del centrosinistra (113), arriviamo a 145 voti. La maggioranza non ce l’avete comunque.


COMMENTI
25/03/2013 - Con Pd si è su scherzi a parte? (Carlo Cerofolini)

Complimenti al Pd ed al suo senso di responsabilità, mentre una guerra economica devastante e senza esclusione di colpi si sta svolgendo nel mondo ed in particolare sta devastando molti paesi Ue, Italia compresa, dato che non c'è oltre tutto una Bce in grado di battere moneta, non è che Bersani creda di essere su scherzi a parte e quindi senta ad es. il bisogno (sic) di confrontarsi anche con Saviano? Per il bene del Paese è bene che Bersani passi la mano, si faccia un governo di larghe intese con "pochi" obbiettivi ma buoni: abbattere pressione fiscale eliminare Imu e restituirla, pagare subito con Cdp imprese, ridurre Irap, defiscalizzare nuove assunzioni, cambiare legge elettorale con doppio turno, modificare Costituzione in senso presidenzialista, Bce banca di ultima istanza, farsi intendere a livello Ue e internazionale (vergogna per i marò, altro che riacquistata credibilità con il "sobrio" governo Monti).

 
24/03/2013 - Cattolici e PD (Pietro Dri)

E' triste constatare come, con argomenti pretestuosi, (addirittura una manifestazione all'esterno del palazzo di giustizia di MI, quando in Italia manifestazioni di ogni tipo si fanno ad ogni piè sospinto) i cattolici contiunino ad essere pervicacemente la stampella di una forza politica il PD, di fatto conservatrice, statalista, relativista e nichilista. Vada pure a rotoli il bene nella nazione pur di non trattare con il PdL((non si tratta con il leader votato da 1/3 degli italiani!!). Complimenti on Fioroni! Pietro Dri