BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GOVERNO (?)/ Furio Colombo: anche Beppe Grillo lo sa, l’M5S dovrà appoggiare Bersani

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

In base a quali meriti e quali capacità il capo dello Stato dovrebbe scegliere un’altra persona appartenente allo stesso partito di Bersani? E perché Renzi e non un altro? Perché ci dovrebbe essere bisogno di andarsi a prendere il prossimo presidente del Consiglio a Firenze? No, guardi, si tratta di fantapolitica. Piuttosto, credo che se Bersani fallisse, allora sì che il Pd, alle prossime elezioni, farebbe bene ad affidarsi a Renzi, essendo giovane, particolarmente attivo e con dei riflessi estremamente rapidi. 

 

Senza i voti del Pdl e di Grillo come può Bersani di trovare un maggioranza?

Del Pdl e del perché l’accordo con Berlusconi non sia fattibile, abbiamo già detto. Per quanto riguarda Grilo, non aveva forse dichiarato: “ci rivedremo in parlamento, sarà un piacere?”. Ecco, ora i grillini ci sono, in Parlamento. Ebbene: cosa ci sono andati a fare? Intendono forse restare inerti e chiusi dietro le porte? A quel punto, potevano restarsene comodamente in rete e continuare a non contare assolutamente nulla, salvo la forza delle proprie opinioni. Guardi, il comportamento dell’M5S è talmente folle che resta da capire se supererà ogni limite, o se, a un certo punto, si fermerà. Del resto, non si capisce perché chi ha votato Grillo dovrebbe essere contento nel vedere l’M5S destinarsi all'irrilevanza. Credo che lo stesso Grillo si renda perfettamente conto di questo e del fatto che moltissimi dei suoi elettori faranno un ragionamento analogo.

 

Che sorprese potrebbe rivelare l’incontro di oggi tra il Pd e l’M5S?

Attendo con molto interesse quel che accadrà. Un conto, infatti, è arruolarsi in un fenomeno nuovo, convinti che sia privo delle ragnatele che incrostano la politica italiana; un altro, è presenziare alle riunioni come soviet: tanti Breznev  e Gromyko, tutti con la stessa faccia, tutti come un sol uomo ed un solo pensiero. Sarebbe questa la società civile? Ne dubito.

 

Non crede che la diretta streaming condizionerà i grillini, scoraggiandoli ad uscire allo scoperto?

Non dimentichiamo che i radicali, da anni, trasmettono in radio ogni loro sospiro. Nessuno ha mai pensato “come sono nuovi!”. Certo, è pur vero che lo streaming può mettere in condizioni di subire una disciplina granitica; tuttavia, può sortire un altro e più probabile effetto: ciascuno, infatti, è esposto personalmente al giudizio della piazza. Un atteggiamento supino ai voleri del partito da parte degli eletti dell’M5S sarebbe immediatamente riconosciuto da milioni di persone. I senatori e i deputati grillini avrebbero un bel da fare a spiegare a chi li ha votati che sono rimasti in silenzio perché, magari, hanno ubbidito a Grillo o ai propri capigruppo. 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
27/03/2013 - non credo conosca M5S (pier filipppo piombini)

Egregio Signor Colombo, non credo si sia mai documentato sul M5s in modo approfondito andando a leggere con attenzione le pagine web del movimento. Se lo avesse fatto avrebbe capito che il nome di questo nuovo modo di Fare politica (e sottolineo la F di fare) è tutto fuorchè immobilismo. Chi ha votato per il M5S resterebbe semmai deluso nel vedere i propri rappresentanti invischiati in trattative atte a favorire un languido svolgimento della vita politica del paese. Sarebbe tutto proprio come prima: vivacchiare per alcuni mesi prima di nuove elezioni che con tutta probabilità verrebbero effettuate senza alcuna riforma. Legga con attenzione e senza preconcetti cosa è già stato FATTO in Sicilia e in alcune città dove il M5S lavora in compagnia di altri partiti. Si renderà conto che l'immobilismo non appartiene al movimento ed ai suoi sostenitori. Cordiali saluti.