BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MODELLO SICILIA(?)/ Caro Crocetta, Battiato e Zichichi non erano foglie di fico

Pubblicazione:giovedì 28 marzo 2013

Crocetta con i due ex-assessori Battiato e Zichichi (InfoPhoto) Crocetta con i due ex-assessori Battiato e Zichichi (InfoPhoto)

La mostra verrà visitata da qualche centinaia di migliaia di visitatori, tutti evidentemente danarosi, tutti potenziali turisti che resteranno certamente desiderosi di poter vedere la magnifica terra che ha generato quelle bellezze.

Sarebbe interessante capire quali strategie la Sicilia abbia messo in atto per attrarre quel ricco turista. Possiamo andare per esclusione: non c’è un sito, né in italiano né in inglese. O meglio ce n’è uno, ma c’è da augurarsi che nessuno ci incappi perché non è aggiornato dal 2005… Se poi quel turista andasse a curiosare per capire dove sia finita la Dea di Morgantina, troverà una pagina molto spartana, solo in italiano. E per fortuna nessuno gli dice che in quel museo che accoglie la statua strappata al Getty con anni di furiose lotte legali, entrano 36 visitatori paganti al giorno… E chissà se arriveranno a 50 quando arriverà un altro meraviglioso capolavoro come la terracotta con la Testa di Ade, anche lei riportata a casa dopo un’esportazione clandestina.

Direte: visitatore più visitatore meno, non cambia molto. E invece provate a immaginare l’indotto che si creerebbe se l’1 per cento dei visitatori del Getty fosse indotto a venire in quell’angolo meraviglioso di Sicilia. Se ci fossero strutture d’accoglienza all’altezza. Guide ben preparate, libri o app ben fatte da vendere… E stiamo parlando di un angolo di Sicilia. E la Sicilia di angoli così ne ha a centinaia.

Caro Crocetta, pensa bene a chi affiderai quei due assessorati cruciali.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
28/03/2013 - Modello Sicilia (Ivo Bonazzi)

Il tempo e le risorse perse per la Fiat di Termini Imerese? Questa è la sinistra che punta al passato ed è più importante avere un ottimo sistema di trasporto interno invece di sprecare risorse con il ponte di Messina. A Parigi tutti vanno in aereo anche se esistono strade e ponti.