BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PRESIDENTE REPUBBLICA/ Il Pd propone Amato e Grasso. Il Pdl rilancia: Pera

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Quella del Quirinale è una partita più decisiva delle altre. Il premier, evidentemente, non potrà durare che fino al massimo ad autunno. Ad essere proprio generosi, un paio d’anni. ma il presidente della Repubblica ne durerà sette. Qualunque accordo sul secondo fronte, quindi, è subordinato al primo. Berlusconi, rispetto al Colle, è inamovibile. Il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, a quanto riferiscono Fatto e Corriere, ha inviato un ambasciata attraverso il fidato Vasco Errani al Pdl, con una lista di nomi graditi al centrosinistra e che non dovrebbero essere sgraditi al centrodestra. Ne farebbero parte l’ex presidente del Senato durante il secondo governo Prodi, Franco Marini; l’ex presidente del Consiglio e uomo per tutte le stagioni, Giuliano Amato; il presidente del Senato ed ex procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso; e il sociologo Giuseppe De Rita. Niente da fare. Berlusconi vuole che il prossimo presidente della Repubblica non solo sia un moderato, ma un esponente del Pdl. I nomi sono stati rispediti al mittente e Berlusconi ha rilanciato proponendo non più Gianni Letta, ma l’ex presidente del Senato Marcello Pera. Le trattative pare che si siano precocemente arenate a causa dei veti imposti dagli ex Margherita del Pd. Avrebbero fatto sapere che, siccome anche Sel ha avuto una poltrona, il Colle spetta a loro. Rosy Bindi, addirittura, avrebbe urlato all’inciucio,minacciando le dimissioni da presidente del partito.



© Riproduzione Riservata.