BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

PARLAMENTO/ Per non irritare l’M5S, ex deputati via dalla Camera entro il 5 marzo

Fuori dal Parlamento gli ex parlamentari. Montecitorio teme ritorsioni da parte dei neoeletti. E, in particolare, dai neoletti del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo

FotoliaFotolia

Fuori dal Parlamento gli ex parlamentari. Montecitorio teme ritorsioni da parte dei neoeletti. E, in particolare, dai neoletti del Movimento 5 Stelle. Che potrebbero dar vita a proteste poco opportune o rappresaglie nei confronti dei colleghi che non sono riusciti a confermare le proprie poltrone alla Camera ma che non hanno ancora abbandonato i propri uffici. Costoro hanno tempo fino a martedì 5 marzo. I questori della Camera hanno inviato loro una circolare che invita ad accelerare i tempi del trasloco. Come ricorda Il Corriere della Sera, in precedenza era già stata inviata una circolare che, tuttavia, dava come termine il 14 marzo. Si, è ritenuto che per i grillini fosse un periodo inaccettabile e si è preferito anticipare i tempi. A confermare il fatto che l’iniziativa sia nata dalla volontà di non crearsi problemi con i neoletti è stato Giuliano Cazzola, ex deputato ed ex capogruppo della Commissione lavoro alla Camera per il Pdl, passato tra le fila della Lista Monti e non rieletto. Contestualmente, è possibile che la prima seduta della nuova assemblea parlamentare sarà convocata per il 14 marzo.

© Riproduzione Riservata.