BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

M5S/ Video, le presentazioni dei grillini eletti al Parlamento e l'ironia della rete

All’hotel Universo di Roma è andata in scena la presentazione degli eletti M5S alla Camera e al Senato, oltre all’elezione dei due primi capigruppo. Il video della presentazione.

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

All’hotel Universo di Roma è andata in scena la presentazione degli eletti M5S alla Camera e al Senato, oltre all’elezione dei due primi capigruppo. Inizieranno Vito Crimi (Senato) e Roberta Lombardi (Camera), mentre successivamente, come precisato dal Movimento, il ruolo verrà ricoperto a rotazione ogni 3 mesi. La riunione è stata ovviamente offlimits per la stampa, ma è stata trasmessa in streaming sulla web tv del M5S, “La Cosa”. “Abbiamo già detto che una fiducia a un governo dei partiti non la daremo”, ha detto subito Crimi, sottolineando che “domenica 10 marzo ci rivediamo per un nuovo incontro organizzativo. Non decideremo la sorte del Paese ma decideremo alcune cose, ad esempio chi farà parte delle commissioni”. Gli onorevoli M5S si sono poi confrontati sulla questione riguardante i futuri portaborse: i neo eletti hanno infatti chiesto ai capigruppo se questi ruoli potranno essere assegnati anche ai parenti. La neo eletta Lombardi ha consigliato di evitare “mogli e mariti”, ma Crimi si è affrettato a precisare che ancora non è stato stabilito niente e chele decisioni verranno prese “tutti insieme”. Poco più tardi Beppe Grillo fa sapere sul blog che “gli eletti hanno votato per alzata di mano i capigruppo e portavoce di Camera e Senato. Il capogruppo del MoVimento 5 Stelle al Senato è Vito Crimi. La capogruppo del MoVimento 5 Stelle alla Camera è Roberta Lombardi. Il MoVimento 5 Stelle effettuerà una rotazione trimestrale dei capogruppo e portavoce Camera e Senato con persone sempre differenti, la scelta dei capogruppo sarà operata dai gruppi di Camera e Senato”. Le brevi presentazioni degli eletti, accompagnate da rapide (e imbarazzate) dichiarazioni, sono state anche oggetto di qualche ironia in rete, tra chi le considera troppo in stile X-Factor e chi troppo ingenue. Il sarcasmo è stato poi accentuato dall'hashtag #presentiamocitutti che ha portato molti utenti di Twitter a presentare altre simili introduzioni ironiche.