BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

M5S/ Il guru Casaleggio, tra new age e millenarismo catastrofico

Gianroberto Casaleggio (InfoPhoto)Gianroberto Casaleggio (InfoPhoto)

Nessuno mette in dubbio che la conoscenza sia un ingrediente fondamentale della politica e che l’incompetenza sia una responsabilità gravissima, ma è anche vero che nessuna politica è riducibile a “conoscenza”. Oltre a conoscenza, la politica è libertà. E per questo la politica sarà sempre anche “conflitto”, il conflitto che scaturisce tra chi preferisce scegliere una strada piuttosto che un’altra, una conoscenza piuttosto che un’altra. Detto fuori di metafora, nessuno può contraddirmi se affermo che “la neve è bianca”. La realtà mi costringe a riconoscerlo. Ma se dico, poniamo, che per realizzare una società più giusta occorre abbassare le tasse, debbo anche mettere nel conto che, per raggiungere lo stesso scopo, qualcun altro, con argomenti altrettanto buoni, possa cercare di convincermi che le tasse occorra invece alzarle.

Su questo punto non c’è una “conoscenza” che sia in grado di costringerci a prendere l’uno o l’altro partito. Tanto è vero che, proprio per rispettare la libertà di tutti, ci affidiamo non alla “conoscenza”, ma alla semplice conta dei voti. Lo impone la democrazia. Sarebbe bene dunque che un movimento che ha appena portato in Parlamento più di 160 rappresentanti su queste questioni avesse le idee chiare.    

© Riproduzione Riservata.