BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

QUIRINARIE M5S/ L'esperto: così Beppe Grillo e Casaleggio "truccano" le elezioni online

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

InfoPhoto  InfoPhoto

Mentre nessuno può verificare la banca dati che usa il Movimento 5 Stelle?
È così. Se i Grillini vogliono essere davvero trasparenti, si devono affidare a un sistema esterno. Sono tantissimi i sistemi online non manipolabili dall'interno. Con il loro sistema, invece, si possono sempre mettere nomi fittizi, votare chi si vuole, per quante volte si vuole e altro ancora. E le prove del voto non ci saranno mai.

Torniamo ai commenti del blog. Lei avrà avuto modo di vedere bene di che tipo sono quelli che vengono censurati. 
Certo. Ci sono state tre fasi. Fino ai primi di gennaio c'era la possibilità, da parte dell'utente, di segnalare i commenti inappropriati: dopo un tot di segnalazioni, il commento spariva. Poi Grillo ha tolto questa possibilità perché era uno strumento che si rivoltava contro di loro.

In che senso?
Perché c'erano dei troll che andavano sul sito e segnalavano anche i commenti buoni, quelli senza insulti o senza critiche, facendoli così eliminare. Poi per un mese e mezzo dopo le elezioni, fino al famoso post degli "schizzi di merda digitali", la censura l'ha fatta direttamente lo staff del sito. Dopo quel post, è stato reintrodotto il sistema di censura da parte degli utenti e quindi ora sono ancora gli utenti che segnalano i commenti da censurare. Da quel giorno i commenti che rispecchiano le regole del sito, cioè autentica identità di chi scrive e niente insulti, ma che sono critici politicamente contro il Movimento, vengono costantemente rimossi da parte degli utenti. Non è colpa dello staff ma degli utenti del blog.

Fanno loro i guardiani, insomma.
Il sito è in mano a degli invasati, che hanno trovato un giochino con cui passare il tempo. Sono indottrinati contro chi critica il M5S e godono del potere di censurare il "nemico". È uno strumento dato in mano a dei ragazzini invasati.

(Paolo Vites) 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.