BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MARINI AL QUIRINALE(?)/ Il governo e le elezioni: ecco lo scambio Pdl-Pd (e Renzi)

Franco Marini (InfoPhoto) Franco Marini (InfoPhoto)

Attenzione, non dimentichiamo che Marini è comunque un esponente del Pd. E’ sufficientemente moderato per essere gradito al Pdl, ma non proviene dalle fila del centrodestra. Il centrosinistra avrà pur sempre, con solo il 29 per cento dei voti, 4 tra le principali cariche istituzionali su cinque.  

Quindi, Bersani sarà costretto a rinunciare alla presidenza del Consiglio?

A dire il vero, rinuncia a qualcosa che non ha mai avuto e che gli elettori non gli hanno mai dato.  

Chi sarà, quindi, il prossimo premier?

Direi una figura terza quale, ad esempio, il presidente del Senato.

Che forma di governo si costituirà?

Il governissimo, composto da esponenti dei tre principali partiti, è inverosimile. Molto più probabile un governo di scopo, sorretto da una base parlamentare fondata sull’asse Pd-Pd-Scelta Civica, che duri alcuni mesi e che traghetti il Paese alle elezioni in autunno.

Cosa accadrà, adesso, tra Renzi e Bersani?

I parlamentari renziani voteranno scheda bianca per marcare il proprio dissenso. Non ci sarà, tuttavia, alcuna scissione. E può darsi, in ogni caso, che l’apparente sconfitta per il sindaco di Firenze si tramuti in vittoria.

In che modo?

Renzi avrà modo di sottolineare ulteriormente la sua distinzione dall’apparato tradizionale. E avrà buon gioco a rimarcare come la vecchia politica, eleggendo Marini, abbia perpetrato se stessa. In sostanza, nel grigiore della vecchia classe dirigente, la stella di Renzi brillerà ancora di più.

Sta circolando la voce secondo cui il prossimo segretario generale della presidenza della Repubblica potrebbe essere Gianni Letta

L’idea di eleggere un presidente in ticket con il segretario generale non sta in piedi. Il Quirinale non è un gabinetto di coalizione, ma un organo monocratico per definizione. 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
18/04/2013 - In bocca al lupo per le elezioni! Crepi il lupo! (claudia mazzola)

Suggerisco, a chi deve votare il Presidente, una giaculatoria."ad ogni azione che ad eseguir imprendo, a Te solo, o Dio, piacere intendo!"