BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

QUIRINALE/ Mannino: e se l'accordo su Marini in realtà non ci fosse?

Pubblicazione:

InfoPhoto  InfoPhoto

Sono solo tre gli altri nomi realmente "papabili": D’Alema, Amato e, più di quanto non sembri, la Finocchiaro. Infine, eleggere nuovamente Napolitano. Affidandogli l’incarico di "tenere tutti buoni" affinché possa nascere un governo che, quantomeno, abbia i voti di entrambi.

 

Non crede che la Finocchiaro sia stata bruciata dalle invettive di Renzi?

In realtà, continua ad essere tra le poche del Pd in grado di gestire la mediazione con il Pdl e di comprendere la direzione istituzionale da conferire al Paese.

 

Berlusconi continuerà a pretendere che la partita per il Quirinale e quella per il governo siano congiunte?

Pretenderà di avere voce in capitolo anche sul governo. In ogni caso, non dimentichiamo che con Amato e con D’Alema nascerebbe il cosiddetto governo del presidente, magari con una connotazione più spiccatamente politica, di cui i tecnici di area berlusconiana potrebbero far parte. Anche con la Finocchiaro e con Napolitano sarebbe prevista un’opzione simile. Non dimentichiamo, infine, che il premier potrebbe essere proprio Amato.

 

Non crede che anche Prodi possa avere qualche chance di essere eletto?

Francamente, non vedo perché Bersani dovrebbe appoggiarlo rispetto alle suddette ipotesi.

 

(Paolo Nessi)




© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.