BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEZIONI QUIRINALE/ Franchi: al Pd non resta che votare la Cancellieri

Pubblicazione:sabato 20 aprile 2013

Infophoto Infophoto

E’ piuttosto complicato: se il Pd propone un candidato gradito a Berlusconi, metà del partito vota contro. Se propone un candidato che va bene ai grillini, pure. Vede, credo che uno degli errori più bizzarri del Pd sia stato quello di lasciarsi scappare il nome di Rodotà: una figura istituzionale, la cui storia è intrecciata con la sinistra italiana. E’ stato, infatti, senatore tra le fila della sinistra indipendente, e presidente del Pds. Sarebbe potuto diventare lui, per intenderci, presidente della Camera al posto di Napolitano.  

E, invece, è diventato il candidato dell’M5S

Esatto, anzi, a questo punto il Pd se l’è visto imposto dai grillini. E difficilmente potrà votarlo. Ammetterebbe, infatti, il suo ruolo secondario rispetto all’M5S.

Quante chance ha, a questo punto, D’Alema?

Nel bene o nel male, un personaggio pubblico, non può sfuggire alla rappresentazione che viene data di lui. E, dal momento che è stato sempre visto come l’uomo dell’inciucio con Berlusconi, avrebbe ben poche probabilità di essere eletto. Tanto più che Renzi ha posto, sull’ipotesi, l’ennesimo veto. Il partito, si spaccherebbe per l’ennesima volta.

E Amato?

Viene rappresentato in maniera analoga a D’Alema. Oltretutto, susciterebbe l’ostilità di quella parte del Pd che è rimasta anti-craxiana.

Il centrodestra, dal canto suo, si sta orientando verso la candidatura della Cancellieri

L’ipotesi non è da escludere. In questi giorni il Pd ha perso il diritto alla precedenza nell’indicare un nome. Se guardiamo alle qualità della persona, oltre ad essere istituzionalmente degna, ha dato grande prova di sé da commissario straordinario, ricevendo il plauso della destra e della sinistra. Certo, anche in tal caso, probabilmente, nel Pd si produrrebbe una spaccatura. Ma, per lo meno, non riguardebbe un suo esponente e non si estenderebbe, come in tutti gli altri casi, al Paese.

E’ possibile che si torni a convergere su Marini?

Mi pare improbabile.

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.