BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GRILLINI SU ROMA/ È l’iperdemocrazia di Grillo il vero "golpe"

Pubblicazione:lunedì 22 aprile 2013 - Ultimo aggiornamento:lunedì 22 aprile 2013, 11.08

Beppe Grillo (InfoPhoto) Beppe Grillo (InfoPhoto)

Se tutto questo è vero in teoria, pare che oggi essa abbia poca attinenza con la realtà: appare a colpo d’occhio, tanto che non è neppure il caso di dettagliare ulteriormente l’analisi. Se ci pensiamo bene, parole come consenso, rappresentanza, responsabilità, che fanno parte del vocabolario più sensibile della democrazia, non hanno un suono molto diverso dalla parola iperdemocrazia. È, alla fine, come dice Grillo, solo una questione di sintassi. 

E, allora, è inutile cercare di controbattere colpo su colpo, controbbattere con teorie che si stanno progressivamente svuotando di sostanza a idee con scarsa ragione ma evocative di una domanda di nuovo a cui non si sa rispondere. L’antipolitica getta la sua ombra anche su di noi, sulla stanchezza e lo scetticismo con cui guardiamo le cose accadere, rassegnati a non aver nulla da proporre e da sostenere, nessuna idea per cui sacrificarci. Non bisogna lasciar cadere la sfida. Ne va della nostra ragione e della nostra azione, cioè di una intera civiltà.  



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
22/04/2013 - democrazia diretta ed indiretta convivono? (antonio petrina)

Possono convivere in un paese di democrazia indiretta e rappresentativa le istanze grilline che si fondono maggiormente sulla democrazia diretta della rete web ?