BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GOVERNO/ Ranieri (Pd): Renzi premier? Sarebbe una scelta giusta a coraggiosa

Umberto Ranieri, parlamentare per cinque legislatura, e presidente della Fondazione Mezzogiorno Italia, è considerato molto vicino a Napolitano, in grado di sondare gli umori e i voleri

Infophoto Infophoto

Non è più in parlamento, ma siede all’interno della direzione del Pd. E, cosa più importante, è considerato un uomo di Napolitano. Quantomeno, è noto che sia particolarmente vicino al presidente della Repubblica. Umberto Ranieri, parlamentare per cinque legislatura, è attualmente presidente della Fondazione Mezzogiorno Italia ed è considerato come colui che è in grado di sondare gli umori e i voleri del capo dello Stato. Per questo, potrebbe rivestire particolare importanza la sua decisione, nel corso della direzione del partito, di lanciare Matteo Renzi per la corsa a Palazzo Chigi. In queste ore Napolitano ha incontrato le forze politiche e, in breve tempo, fornirà un nome per la presidenza del Consiglio. Da tempo, in pole position per la successione a Mario Monti ci sono l’ex premier Giuliano Amato ed Enrico. La candidatura di Renzi, inizialmente considerata inverosimile, ha acquistato peso nelle ultime ore. «Il Pd si muoverà a sostegno dell'orientamento contenuto nel discorso del Presidente Napolitano e contribuirà alla formazione del governo» ha dichiarato Ranieri ai microfoni dello speciale TgLa7 aggiungendo: «Dalla direzione non è uscita nessuna indicazione, io mi sono sentito di suggerire Renzi ma il premier lo indicherà Napolitano». Secondo Ranieri, si tratterebbe di «una scelta coraggiosa in grado di rispondere ad una domanda politica, un passo importante nella ricostruzione del rapporto tra politica e cittadini. Spero che a Renzi non manchi la consapevolezza della complessità dell'impresa ma d'altra parte il sostegno a Renzi anche da chi lo criticava è il segno che si può trovare un unità vera e non strumentale».

© Riproduzione Riservata.