BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

M5S/ I grillini scrivono alla Boldrini: create un conto per la restituzione dei nostri stipendi

Pubblicazione:venerdì 26 aprile 2013

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

"Questa è partita oggi. I nostri stipendi. Apriamo un conto e vediamo chi altro dei partiti lo fa". Alcuni deputati del Movimento 5 Stelle stanno pubblicando in queste ore sui vari social network la foto della lettera inviata di recente alla presidente della Camera, Laura Boldrini, per chiedere di poter aprire un conto in cui versare la parte di emolumenti a cui qualunque deputato (non solo M5S) può scegliere di rinunciare. "Illustrissima Presidente", si legge nella lettera sottoscritta dai membri dell'Ufficio di Presidenza, Luigi Di Maio (Vice Presidente Camera dei Deputati ), Riccardo Fraccaro (Segretario di Presidenza ) e Claudia Mannino (Segretario di Presidenza ), "nell'ottica intrapresa dal gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle di voler rinunciare ad una parte spettante degli emolumenti, incluse le indennità di funzione dei membri dell'Ufficio di Presidenza (Vice Presidente, Segretari, Questori) si richiede, al fine di poter depositare tali somme eccedenti su un fondo controllato da ente terzo, in maniera trasparente, con fini da determinare di comune accordo, di aprire nel Bilancio della Camera, un nuovo capitolo di entrata con denominazione apposita, in cui far confluire, su base volontaria, la quota che ogni Deputato, appartenente a qualsiasi Gruppo, riterrà più opportuna destinare. In attesa di un Suo gentile riscontro, La salutiamo cordialmente". Ovviamente positivi i giudizi espressi su Facebook dagli utenti che hanno appreso la notizia, anche se qualcuno mostra qualche perplessità: “Questa lettera significa tutto e niente”, fa notare uno di loro. “Cosa vuol dire rinunciare ad una parte spettante degli emolumenti? A quanto ammonta questa parte? 1 euro? o 5000?”. C’è poi chi, nonostante tutto, apprezza comunque l’impegno: “Grazie per aver cominciato un cammino di cambiamento – scrive un utente -. Capisco bene che nel disastro in cui si vive è una goccia ma questo è un gesto di sicura civiltà, di avere senso di responsabilità, di capire bene il ruolo che si sta occupando nel Governo della nostra Italia. Grazie ancora e continuate ad avere nervi saldi nel provare a scardinare questo sistema che, è agli occhi di tutti, non ha portano nulla di buono nell'evoluzione della società italiana tutta”.



© Riproduzione Riservata.