BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NAPOLITANO & I SAGGI/ Lupi (Pdl): le elezioni? Sono l'ultimo "rifugio"

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

E’ vero. Io sono d’accordo con Bersani quando dice che la gente vuole e ha bisogno di un cambiamento, ma questo deve necessariamente avvenire sulle questioni concrete. Le priorità delle persone non sono le leggi sul conflitto d’interesse o sul falso in bilancio: quello che la gente avverte ormai chiaramente è la gravità della situazione, sapendo benissimo che la politica deve riuscire ad affrontarla. Questo è il vero cambiamento ed è proprio in questo momento che abbiamo la grande opportunità di dimostrare che si può finalmente chiudere un’epoca in cui "l’altro" viene considerato il male assoluto per aprirne un’altra in cui, pur avendo una diversa visione, si combatte lealmente e ci si unisce di fronte a un bene più grande. Il Pdl ha dato questa disponibilità alla luce del sole, adesso tocca al Pd.

 

Come giudica invece un eventuale ritorno al voto?

Sono dell’idea che quella che ho descritto fino ad ora debba essere la strada maestra da percorrere fino all’ultimo, però è ovvio che se non verrà fatto questo atto di responsabilità e se non si vorrà dare un governo al Paese l’unica possibilità sarà il ritorno al voto, anche se credo sia un grande errore. Un governo stabile è assolutamente necessario, ma in assenza di questo non abbiamo molte altre alternative.

 

Come si comporterà adesso il Pdl, anche nei confronti dell’operato delle due commissioni?

L’operato del comitato dovrà essere valutato dal presidente della Repubblica, di cui noi ci fidiamo totalmente. Senza dubbio siamo dell’idea che sia necessario tornare a mettere l’interesse dell’Italia davanti a tutto, ma per farlo bisogna essere molto concreti e poco astratti. Per farlo, quindi, c’è assoluto bisogno di un governo politico che possa essere stabile e costituito dalle due forze maggiori.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
03/04/2013 - Mai nutrire fiducia Facta manent (Sì a elezioni ) (Carlo Cerofolini)

Mai nutrire fiducia anche perché, notoriamente verba volant ma Facta (Luigi) manent. E, francamente, pensare che a questo punto si possa fare un governo politico di larghe intese è pura illusione e, anzi, se il centrodestra non trova subito un antidoto – non escluse elezioni subito - molto probabilmente ci ritroveremo con un nuovo Presidente della Repubblica dichiaratamente di sinistra e poi con un governo Pd a guida Bersani, con spezzoni grillini e altro, che non solo farà implodere il centrodestra stesso ma porterà ad avere un’Italia ciprogrecizzata, infelice colonia germanica.