BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PORCELLUM/ Il giurista: Beppe Grillo, solo il nuovo governo potrà eliminarlo

Roberto Calderoli, l'inventore del Porcellum Roberto Calderoli, l'inventore del Porcellum

L’attuale Parlamento naturalmente può cambiare la legge elettorale. Il problema è se possa farlo prima che ci sia un nuovo governo, e io continuo a credere che non possa. Questa tesi sostenuta da ambienti vicini al Movimento a 5 Stelle nelle scorse settimane, sulla base dell’idea che il Parlamento possa legiferare anche se nel frattempo non si è formato un governo, è incompatibile con il modo in cui il nostro sistema costituzionale funziona. Perché le Camere approvino leggi interamente nuove ci deve essere un governo con la fiducia del Parlamento.

 

Una sentenza della Corte costituzionale ha stabilito che il sistema elettorale per Camera e Senato deve essere diverso, in quanto la Costituzione prevede che il Senato sia eletto su base regionale. Più che il Porcellum andrebbe cambiata la Costituzione?

Bisogna vedere in primo luogo come vada interpretata questa frase della nostra Costituzione secondo cui “il Senato è eletto su base regionale”. La Corte costituzionale non ha dichiarato che la distribuzione dei seggi debba avvenire esclusivamente su base regionale, come accade con l’attuale sistema elettorale. Resta il fatto che se c’è un problema costituzionale aperto in Italia, è il modo in cui funziona il nostro bicameralismo. Se noi fossimo in qualsiasi altro Paese europeo, eccetto la Romania, il problema di governabilità non esisterebbe perché in tutte le repubbliche parlamentari il governo deve avere la fiducia della sola Camera bassa. L’anomalia sta nel fatto che in Italia è necessaria anche la fiducia del Senato. Se si vuole risolvere il problema bisognerà affrontare questa situazione, anche se questa anomalia richiede una riforma costituzionale, e quindi a maggior ragione non basta un governo che si trascina semplicemente perché non se ne riesce a formarne un altro.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.