BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ Folli: sul Quirinale prove tecniche di accordo Bersani-Beppe Grillo

Il Quirinale Il Quirinale

Renzi premier al momento è un’ipotesi meramente giornalistica, perché richiede una serie di passaggi politici che ancora non vedo. Difficilmente il Partito Democratico oggi come oggi potrebbe accettare di indicare Renzi come presidente del Consiglio. E’ più facile immaginare che Renzi abbia un ruolo in una prospettiva politica all’interno del Pd, e quindi acquisisca un peso nel partito per poi diventare il candidato premier del centrosinistra quando ci saranno nuove elezioni.

 

A che cosa mira Bersani?

Bersani vuole ottenere dal prossimo presidente della Repubblica una conferma dell’incarico, in modo da presentarsi alle Camere e cercare di ottenere al Senato un consenso più ampio che gli può venire dal Movimento 5 Stelle. Il segretario del Pd si considera la persona più adatta a ricoprire quel ruolo, e non vuole un governo tecnico bensì politico. A seconda del presidente che avremo, Bersani ritiene possibile cercare di giocare di nuovo le carte che non è riuscito a giocare in questo frangente.

 

Ritiene possibile un accordo Pd-M5S sull’elezione del presidente della Repubblica e quindi sulla fiducia al governo?

Si tratta di un’ipotesi, che potrebbe dischiudere o meno delle altre ipotesi. Se dovesse esserci un presidente della Repubblica eletto con i voti di Pd e Movimento 5 Stelle, ciò costituirebbe una base di partenza per immaginare un governo che possa ottenere una posizione quantomeno conciliante da parte dell’M5S.

 

Quindi l’elezione del presidente della Repubblica sarebbe una palestra per l’accordo tra Pd e M5S?

Un’ipotesi formulata in questo modo sarebbe smentita da tutti. Però indubbiamente se domani si dovesse formare una maggioranza di quel tipo per eleggere il presidente della Repubblica, tutti i giornali scriverebbero che la situazione si è sbloccata per un accordo Pd-M5S sulla fiducia al governo.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
03/04/2013 - Elezioni subito (Carlo Cerofolini)

Premesso che sperare ad un governo di larghe intese è pura fantasia, a mio avviso la trovata dei saggi rischia quasi sicuramente di essere solo un trappolone per il centrodestra, in quanto farà solo guadagnare tempo a Bersani che così potrà: 1) meglio fare operazione di scouting fra i grillini e così assicurarsi l’elezione di un nuovo Presidente della Repubblica sicuramente ostile al centrodestra e a Berlusconi; 2) diventare Presidente del Consiglio con l’appoggio dei fuoriusciti dai grillini e altri. Questo combinato disposto non solo farà implodere il centrodestra e metterà fuori gioco Berlusconi - che sarà reso ineleggibile o per via giudiziaria o con leggi ad hoc contra personam, varate dal Parlamento - ma porterà pure l’Italia ad essere ciprogrecizzata, infelice appendice del quarto Reich. Unica soluzione: Elezioni subito!

 
03/04/2013 - prima o poi la palla passa al pd (antonio petrina)

Saranno voci giornalistiche de La NAzione ma che la ricostruzione della cupola del PD passi dal nuovo architetto Renzi è cosa scontata, visti gli esiti del non pentito segretario Bersani : da lì si riannoda la partita dopo l'elezione del capo dello Stato?