BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GOVERNO LETTA/ Mannino: la "chiave" sono i giovani Dc del '91…

InfoPhoto InfoPhoto

Eviterei di buttarla in apologetica…  In ogni caso, bisogna ammettere che chi ha militato nella Dc ha costruito la sua personalità secondo quel carattere che Gobetti intuì essere la prerogativa dei cattolici impegnati in politica: il "concretismo", (un atteggiamento ben diverso dal realismo machiavellico). Si tratta della capacità di valutare la realtà nella sua concretezza, lasciandosi sospingere dall’ideale senza, per questo, esser trascinati nel regno del velleitario. Inoltre, ciò che caratterizza questa visione è il senso del rapporto con gli altri: mentre nell’esperienza comunista sono soggetti da egemonizzare, in quella cattolica sono persone da convertire, pur rispettandone la diversità. 

 

Quale sarà il compito principale di un governo così composto?

Chi ne fa parte dovrà prepararsi a gestire una nuova fase della Repubblica italiana. Questo esecutivo, infatti, è l’ultimo governo parlamentare realizzato in base all’attuale Costituzione. Ma è il primo a discendere direttamente dall’elezione del presidente della Repubblica, il quale lo ha patrocinato persino nella compilazione dei ministri.

 

A proposito: non è curioso che l’"ultimo comunista" abbia dato tanta fiducia a chi proviene da una storia opposta alla sua?

Non è così strano se si pensa che Napolitano è sì l’ultimo comunista, ma di ceppo togliattiano e non berlingueriano: in tempi insospettabili, si convertì alla socialdemocrazia, muovendo dall’esperienza di Giorgio Amendola. Fu il primo comunista, inoltre, ad entrare in America e a parlare inglese. Con i vecchi democristiani, inoltre, ebbe un rapporto non solo corretto ma anche determinato da una visione storica. Non ha mai considerato, cioè, i socialisti e i democristiani l’incidente da piegare alla propria storia. 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
30/04/2013 - Democristiano, cioè democratico e cristiano (Luigi PATRINI)

La DC è scomparsa? Apparentemente. Chi è "democratico" ed è "cristiano" non può non essere che "democratico-cristiano", perché non dobbiamo dimenticare che "democristiano" significa solo questo: democratico e cristiano! La DC forse non è scomparsa, ma naviga sotto i ghiacci: quel che è buono non va perso e se la DC aveva qualcosa di buono - come io e tanti crediamo - quel qualcosa non si perderà e ...forse sta già riaffiorando!