BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GOVERNO/ Enrico Letta incontra Hollande: ora politiche europee per la crescita

Pubblicazione:mercoledì 1 maggio 2013

Foto Infophoto Foto Infophoto

“È stato un incontro importante e positivo: devo dire che il tasso di soddisfazione da parte mia è del 100%”. Queste le parole di Enrico Letta al termine dell’incontro, conclusosi poco fa all’Eliseo, con il presidente francese Francois Hollande. L'Italia è “più che un partner” per la Francia, “è un Paese amico. Sosteniamo tutti gli sforzi dell'Italia per superare le sue difficoltà politiche. L'Europa ha bisogno dell'Italia come l'Italia ha bisogno dell'Europa. Ci siamo lasciati alle spalle la crisi anche grazie all'Italia”, ha detto Hollande. “Siamo legati gli uni con gli altri”, ha poi aggiunto, e “l'Europa "ha l'obbligo di fare il massimo per la crescita e per il lavoro, soprattutto per i giovani”. Sulla stessa linea il premier italiano, secondo cui è la disoccupazione, in particolare quella giovanile, “il vero incubo” di questo periodo storico. Proprio per questo, ha spiegato Hollande, “al consiglio europeo di giugno dovremo dare segnali per sostenere la crescita. Dobbiamo avere delle traiettorie che corrispondano alla realtà, senza ridurre i nostri sforzi per le riforme e per il consolidamento di bilancio”. Letta ha quindi aggiunto che “se le politiche della crescita sono globali, allora è possibile far ripartire la fiducia. Ma se questa dimensione europea non c’è, tentare di compiere in Italia le scelte che non si vogliono fare in Europa è come scalare una montagna, non ce la possiamo fare”. “A Van Rompuy e Barroso confermerò la scelta del nostro governo, quella di mantenere gli impegni presi con l’Unione europea e di fare all’interno di quegli impegno, le scelte che riterremo necessari per avere gli spazi di riduzione fiscale che consentano alle persone di avere più lavoro e possibilità di consumo”.



© Riproduzione Riservata.