BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LETTA A BERLINO/ Video, dove troviamo le risorse è affare di casa nostra

Il premier Enrico Letta ha precisato che non è suo dovere doversi giustificare rispetto alla scelte interne che l’Italia farà, pur nel mantenimento dell’opera di risanamento

Infophoto Infophoto

In molti hanno plaudito al discorso programmatico di Enrico Letta, considerandolo la sintesi virtuosa di buona parte dei punti irrinunciabili e qualificanti dei due principali schieramenti che compongono la maggioranza di governo; dall’abolizione (poi rivelatasi un rinvio) dell’Imu, alla risoluzione della vicenda degli esodati, da svariati sgravi alle molte riforme elettorali in cantiere, fino alla modifica delle legge Fornero. Tuttavia, è stata fatto notare come su un tema fondamentale abbia manifestato una certa vaghezza: dove troverà le risorse per portare a compimento tutto ciò? Letta non lo ha detto. Pare, in ogni caso, che sia ben consapevole del problema e che la necessità di trovare una soluzione non lo preoccupi. A sentire la parole pronunciate ieri, nel corso della conferenza stampa congiunta, a Berlino, con Angela Merkel, si direbbe che abbia ben presente dover reperire i fondi necessari. «Come troveremo e applicheremo le risorse per congelare il pagamento della rata dell'Imu e l'aumento dell'Iva è un fatto di casa nostra, non ho da spiegarlo a nessuno», ha, infatti, dichiarato. «Sono scelte interne – ha ribadito - che faremo nel mantenimento degli impegni con l'Europa». Infine, ha precisato che non è suo dovere doversi giustificare rispetto alla scelte interne che l’Italia farà nel mantenimento dell’opera di risanamento.