BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ASSEMBLEA PD/ Violante: il prossimo segretario non potrà essere un "tassista"…

Pubblicazione:

InfoPhoto  InfoPhoto

Certo. Tuttavia, il prossimo congresso non sarà indetto prima di alcuni mesi. Attualmente, invece, è necessario eleggere un segretario che possa gestire questa fase di transizione nella quale ricostruire, tra le altre cose, una comunità umana, di valori e di ideali: un partito non è un taxi sul quale si sale e si scende a piacimento.

 

La regola non scritta secondo cui il segretario che sarà eletto domani non dovrà ricandidarsi al congresso, specialmente se proveniente dalla “vecchia guardia”, dovrà essere rispettata anche laddove Epifani dovesse fare un buon lavoro?

Si ricorderà che quando Franceschini succedette a Veltroni dopo le dimissioni di quest’ultimo, promise che non si sarebbe ricandidato. Invece, si ricandidò. Ebbene, francamente, in politica, a questo genere di promesse, non si può attribuire chissà quale valore. Quel che conta, sono le condizioni che si determineranno quando ci sarà il congresso.

 

Con Epifani segretario, il Pd in che termini interloquirà con il governo?

Il Pd ha espresso il presidente del Consiglio ed è il partito, in Parlamento, maggioritario; la sua responsabilità è quindi indubbia. In tal senso, credo che Epifani caratterizzerà la propria azione con un’attenzione particolare alle condizioni materiali in cui versano i cittadini. 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.