BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

BEPPE GRILLO/ 1. L’"ideologo" di M5S: abbiamo fermato noi la violenza in piazza

InfoPhotoInfoPhoto

Giudico quel discorso in modo molto negativo. Non parla così un capo dello Stato, garante e super partes, ma un capo di governo. Ha preso le difese di una parte, la sua coalizione, per criticare chi oggi sta dentro il palazzo in modo diverso. Dentro il palazzo non c’è un partito come gli altri, ma cittadini che si fanno portavoce del movimento. Il vecchio parlamentare è senza vincoli, gli eletti di M5S sono veri portavoce delle istanze reali del paese. M5S ha fatto una rivoluzione che ci si ostina a non vedere.

Non crede che dire «siamo disposti a votare le proposte degli altri solo se sono uguali alle nostre» sia un atteggiamento di chiusura? Siete minoranza e volete comandare?
Non vedo questo rischio. In un sistema parlamentare come il nostro le forze che non hanno dato la fiducia al governo vanno all’opposizione, alla quale però il nostro sistema bilanciato ha sempre riconosciuto una funzione di garanzia. Prima dei guasti del compromesso storico il Pci era all’opposizione, ma Nilde Iotti era presidente della Camera. Adesso invece le due camere se le è prese la coalizione di sinistra, il capo dello Stato è lo stesso di prima, la costituzione delle commissioni è stata bloccata. Attendiamo di capire cosa intendono fare i partiti dell’inciucio con il Copasir e la vigilanza Rai.

Cosa temete?
Avverrà che andranno alla Lega e a Sel, ma sarebbe un’ingiustizia perché la loro è una opposizione fittizia: fanno parte l’una del centrodestra e l’altra del centrosinistra. Se il M5S non avrà la presidenza delle commissioni di garanzia credo che si possa parlare di tutto fuori che di una dittatura della minoranza, non le pare?

Ci avete provato con il capo dello Stato, ma Rodotà non è stato eletto. Colpa di chi?
La vicenda di Rodotà merita un discorso a parte. Tutti a dire che M5S non ha accettato l’accordo col Pd. La realtà è invece che il Pd ambiva ad avere i voti di M5S per fare i suoi giochi. Ricordo che Stefano Rodotà è stato nientemento che presidente del Pds. Era lui il candidato di cui il Pd avrebbe dovuto approfittare, invece ha scelto di rinunciare al rinnovamento.

Le famose «praterie», come diceva Grillo, che si sarebbero aperte al governo Bersani.
Appunto. Ma evidentemente la volontà del Pd, fin dalle prime trattative sul governo, non era seria.

(Federico Ferraù)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
02/05/2013 - Becchi ideologo del movimento 5 stelle? (agostino nonini)

Trovo molto divertente l'intervento del professor Becchi.A parte la "resuscitata" definizione di ideologo (che mi sembrava sepolta dalla storia,almeno in Italia),sentirlo parlare di "violenza" mi ha ringiovanito di quasi 50 anni,quando,per caso,davanti al portone dell'Università Cattolica,che allora frequentavo,mi imbattei in Capanna,ancora studente, che parlava con un gruppo di compagni(Capanna con Alberoni e Monsignor Maggiolini sono le tre persone che ricordo come le più affascinanti per eloquio e cultura,almeno in base alle mie capacità critiche del tempo,anche se non sempre mi convincevano i loro sogni e il tempo purtroppo mi ha dato ragione).Affermava Capanna "Se qualcuno verrà alla manifestazione con qualche "arma" gliela daremo in testa.Sarà una manifestazione pacifica,non offriremo pretesti alla "violenza" della polizia." Mi sento un pò infantile,ma mi sono davvero divertito nel parallelo che mi è venuto alla mente:un brillante (presumo) professore universitario che ragiona come un brillante (veramente) studente universitario. Speriamo che non si ripeta in futuro quello che abbiamo visto in passato.Mi aspetterei invece dal professor Becchi che elaborasse un programma realistico magari per affrontare l'unico vero grande problema del paese:la mancanza di posti di lavoro.Temo però che in questo campo anche lui come il suo movimento abbia poche idee,confuse e contradditorie!

 
02/05/2013 - Commisioni di garanzia (Pierluigi Assogna)

Le commissioni di garanzia fanno parte di quel meccanismo democratico che il movimento continua ad insultare, che senso ha chiederne la presidenza? non vogliono stare fuori dai giochi? ci stiano con buona pace di tutti.