BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BIANCOFIORE/ Le polemiche: una scelta infelice, è omofoba

Per diversi esponenti politici quella di Michaela Biancofiore a sottosegretario alle pari oportunità è una scelta infelice. E' accusata infatti di omofobia

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Si scatenano in molti a proposito della nomina di Michaela Biancofiore a sottosegretario alle pari opportunità. Le sue dichiarazioni in passato sul tema dell'omosessualità preoccupano infatti diversi esponenti di sinsitra. Se Ivan Scalfarotto del Pd si dice deluso per la sua nomina dopo l'entusiasmo invece per Josef Idema quale ministro delle pari opportunità, Alessandro Zen di Sel e attivista del movimento gay si dice fortemente dubbioso. Si domanda infatti quale sarà a politica della Biancofiore sul tema dei gay: "La neo sottosegretaria alle pari opportunità fedelissima di Berlusconi sembra una scelta infelice per un dicastero a cui sono demandate anche scelte politiche sul fronte dei diritti gay" ha detto. Ma quali sono queste dichiarazioni che sarebbero omofobe? Apparentemente non sembra siano così sconvolgenti:  "Sono dell'opinione che le unioni gay non siano assolutamente una priorità per gli italiani" aveva detto. Aggiungendo di essere contro il matrimonio gay e di ritenere che un uomo che vada con un trans deve avere dei problemi di natura sessuale ("Chi va con i trans ha seri problemi di posizionamento sessuale" aveva detto). E ancora: “Gli italiani sono tendenzialmente contrari ai matrimoni gay perché noi restiamo un popolo profondamente cattolico. Detto questo, ho il massimo rispetto per tutte le forme di amore”. 

© Riproduzione Riservata.