BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FONDI AI PARTITI/ Oggi il CdM approva il disegno di legge: sarà scontro in Parlamento

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Oggi usuale riunione del venerdì del Consiglio dei Ministri: sul piatto diversi provvedimenti tra cui uno particolarmente spinoso, l'abolizione dei finanziamenti pubblici ai partiti. Già ieri il Pd aveva fatto sapere che rinunciare ai fondi pubblici significherà per loro lasciare a casa in cassa integrazione alcune centinaia di lavoratori. Per non parlare delle sedi che si dovranno chiudere. Problemi analoghi si presenteranno anche per il Pdl. L'alternativa, come sembra sia impostato il decreto legge, saranno le erogazioni dirette da parte dei cittadini. Ovviamente ci si domanda chi, oggi, con tutto il malumore verso i partiti stessi, tra i cittadini sarà disposto a finanziarli di persona. Si parla anche del finanziamento tramite una quota diretta dalla dichiarazione dei redditi, scelta in modo volontario, pari al 2 per mille. Nel decreto anche norme molto severe sulla trasparenza dei bilanci. Si prospetta dunque battaglia dura in parlamento per l'approvazione: proprio per questo il governo avrebbe deciso un numero di articoli minimo per evitare emendamenti senza fine. Non si tratterebbe di uno stop immediato: fino a luglio 2013 i soldi continueranno ad arrivare. Dal 2014 un periodo di transizione della durata di tre anni, in ciascuno dei quali i finanziamenti saranno dimezzati. Lo stop totale partirà dunque dal 2017. 



© Riproduzione Riservata.