BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA STREAMING/ Video, espulsione della senatrice Adele Gambaro: la riunione del Movimento 5 Stelle per la decisione

Per il Movimento 5 Stelle è il giorno della verità. Oggi pomeriggio, tra le 17 e le 18, verrà trasmesso in diretta streaming l’operazione di voto per stabilire le sorti di Adele Gambaro

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Per il Movimento 5 Stelle è il giorno della verità. E' da poco iniziato, in diretta streaming, il dibattito per stabilire le sorti della senatrice Adele Gambaro, colpevole di aver duramente attaccato nei giorni scorsi il leader Beppe Grillo. Deputati e senatori 5 Stelle si sono quindi riuniti nella sala di Montecitorio per decidere se far avviare o meno l’iter per l’espulsione della “dissidente”. Da sottolineare, però, che al momento è il Corriere della Sera a mostrare la diretta streaming dell'evento, mentre lo stesso non sta avvenendo su "La Cosa", canale web ufficiale del Movimento di Grillo. Non è detto, però, che più avanti non avvenga il collegamento anche sulla piattaforme M5S. Come dicevamo è una giornata decisiva per il Movimento, per diversi motivi: nel caso in cui Gambaro dovesse essere messa alla porta, infatti, i grillini potrebbero definitivamente spaccarsi e la senatrice potrebbe essere seguita a ruota da molti parlamentari che ritengono inaccettabile il comportamento del loro attuale leader. Nel caso in cui dovesse prevalere il “no”, invece, Beppe Grillo (cioè colui che ne ha richiesto ufficialmente l’espulsione) verrebbe ufficialmente sconfessato dai suoi, con tutto ciò che questo potrà comportare. Al momento le posizioni di militanti e parlamentari 5 Stelle sono decisamente contrastanti: da un lato c’è chi si schiera con l’integerrimo capo, dall’altra chi si dice pronto a lasciare il Movimento nel caso in cui la Gambaro dovesse essere espulsa. Il deputato M5S Tommaso Currò, ad esempio, intervistato dal Corriere della Sera, ha chiarito che “la libertà di esprimere una critica deve essere indiscutibile” e lei “ha esercitato uno dei suoi diritti. Se qualcuno lo vuole reprimere sbaglia. Alcuni vogliono che il Movimento sia un monolite ideologico”.
Currò ha quindi annunciato che oggi voterà ”contro l’espulsione” di Gambaro, la cui esclusione ”sarebbe una forzatura inutile che tende a spaccare chi intende unire”. ”Non mi piacciono i toni e i metodi che alcuni di noi hanno usato per diffamare chi esprime una critica. Non mi piacciono le denunce assurde – ha aggiunto il deputato - Questa è una questione di principio e non di soldi. Non è stato commesso nessun reato, non è stata violata nessuna regola”. Rimane invece neutrale Roberto Fico, altro deputato M5S e da poco nominato a capo della vigilanza Rai: “Noi non espelliamo nessuno. E’ sempre la rete a decidere. Io darò il mio voto per far rimettere la decisione sulla Gambaro in rete. Non è vero che non abbiamo fatto riunioni in streaming. Tutto può andare in streaming. Noi facciamo il resoconto su tutto. Decidiamo liberamente cosa mandare in streaming. Della riunione al Senato in corso ci sarà un resoconto”. Riguardo le dichiarazioni della Gambaro, Fico quindi si è chiesto: “Ma perché deve andare a parlare prima ai giornalisti, quando noi siamo completamente liberi di discutere tra di noi gli argomenti? Non è leale andare a dire cose ai giornalisti. Le opinioni le puoi esprimere, ma vanno prima condivise”. “Ogni volta che si deve esprimere un parere – ha concluso - che va in contrasto con quello che ha fatto il Movimento non può essere detto senza prima condividerlo. Questo è il codice che ci siamo dati. Dobbiamo smetterla di pensare di fare una cosa in campagna elettorale e poi farne un’altra”.